14 Ottobre 2020 - 12:52

    Presentazione del libro "La mia vita dietro un pallone" di Sara Gama: il saluto del Presidente Malagò

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Riportiamo di seguito il messaggio inviato dal Presidente del Coni Giovanni Malagò in occasione della presentazione del libro del capitano della nazionale femminile di calcio Sara Gama.

     

    Sono particolarmente dispiaciuto per non essere qui con voi alla presentazione del libro "La mia vita dietro un pallone". Sara Gama non è solo la capitana della Nazionale di calcio femminile e della Juventus Women, ma è l'emblema di un movimento che ha contribuito a far crescere nel corso di questi anni.
    Una campionessa che ha coltivato la sua passione per il football sin da bambina, anzi l'unica bambina, che insieme ai suoi coetanei si divertiva a tirare calci al pallone sul lungomare di Trieste. Una carriera partita dal basso con tanti sacrifici, costellata da momenti di grande sofferenza a causa di alcuni infortuni, ma anche toccata da quell'atroce follia che risponde al nome di razzismo. Una storia da non perdere, che va da Muggia a Torino, passando per l'indimenticabile Mondiale del 2019, che fece letteralmente impazzire gli italiani.

    Quella squadra non solo fece dimenticare - almeno in parte - la dolorosa eliminazione degli uomini dal Mondiale di Russia, ma proiettò il football in rosa all'attenzione dei media. Un'avventura che divenne un fenomeno di massa, un simbolo per lo sport, non solo per lo storico quarto di finale, ma per quei valori positivi che le azzurre riuscirono a trasmettere nel corso di quei giorni. Tante piccole storie, che fecero di quella squadra uno straordinario strumento di comunicazione, che unitamente al lavoro della Federcalcio fecero breccia nel cuore degli appassionati.

    Sara non si accontentò di quel risultato sul campo o dei successi con la maglia bianconera, ma andò oltre, facendosi paladina di alcune battaglie, come la discriminazione e il riconoscimento dell'uguaglianza tra uomini e donne nel calcio, che ne hanno contraddistinto la sua grande leadership.
    Gioie e dolori, vittorie e sconfitte, nello sport e nella vita, hanno indubbiamente forgiato il carattere di questa grande campionessa, che in questo libro si mette a nudo, raccontando il suo percorso di calciatrice e di donna impegnata per una società migliore. Rita Levi-Montalcini diceva che "le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale della società".
    Quella che Sara ha contribuito a rendere diversa inseguendo un pallone."

     

    Giovanni Malagò

     

    Ultima modifica il 14 Ottobre 2020 - 13:04

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.