Mon Nov 2021 - 02 51

A Bologna nasce il primo progetto italiano contro la violenza sulle donne sorde

Written by AngeliPress

A Bologna nasce il primo progetto italiano contro la violenza sulle donne sorde.

 

 

Micce, associazione nata a Bologna per promuovere pratiche artistiche in un'ottica di ampio respiro, plurale ed inclusiva (o meglio sempre meno esclusiva), presenta, in partenariato con il Bar Senza Nome (punto di riferimento per le persone sorde), la campagna di comunicazione in LIS Creazioni Femministe, ideata sia per sensibilizzare la comunità sorda segnante di Bologna sui diversi aspetti e forme della violenza di genere, sia per facilitare il contatto con i percorsi antiviolenza del territorio per le donne, lesbiche e persone trans sorde segnanti di Bologna. Un progetto che vede la partecipazione come testimonial di persone sorde visibili e popolari sia all’interno della comunità che all’esterno come Brazzo, rapper sordo lanciato da Italia’s Got Talent, e la make up artist trans e instagram influencer Martina Panini. L'immagine della campagna è dell'agenzia Comunicattive, specializzata in comunicazione di genere.

Creazioni femministe, finanziata dalla Regione Emilia Romagna, mira con questa azione a promuovere una nuova possibilità di accesso al percorso di accoglienza svolto dalla Casa delle donne per non subire violenza di Bologna. Dal 25 novembre sarà attivo un numero WhatsApp (388.4017237) a cui le donne sorde segnanti che subiscono abusi potranno videochiamare un’operatrice che, grazie ad un corso base di LIS (Lingua dei Segni Italiana), sarà in grado di fissare un primo appuntamento in sede. Grazie alla collaborazione e al supporto del Consiglio Regionale Emilia Romagna di ENS (Ente Nazionale Sordi), al primo incontro e in tutto il percorso sarà sempre presente gratuitamente una interprete LIS. Per garantire l'accessibilità alle persone sorde lesbiche e trans delle attività e dei servizi contro la violenza lesbobitransfobica, le discriminazioni legate a orientamento, identità ed espressione di genere e la violenza all'interno delle relazioni lesbiche, Casa delle donne lavorerà in rete con il MIT – Movimento Identità Trans e con la Linea Lesbica Antiviolenza di Lesbiche Bologna per attivare percorsi specifici in base alle eventuali richieste e necessità. Anche in questo caso le interpreti di Ens supporteranno il lavoro delle operatrici delle associazioni del territorio. 

 

pubblicato in Notizie

Latest from AngeliPress

Imprenditrici o madri. Davvero dobbiamo scegliere?

Servizio Civile, ancora disponibili posti con Avis sull'area fiorentina

“Salute e sviluppo: l’impegno per l’Africa”

'I miei anni a Mosca, memorie di un comunista italiano (1958-1964)', il 24 gennaio 2022 presso la Fondazione Gramsci

Lotta allo spreco| Premio al Banco Alimentare per il 38% delle eccedenze recuperato



Notizie

Jan 23, 2022

Imprenditrici o madri. Davvero dobbiamo scegliere?

Servizio Civile, ancora disponibili posti con Avis sull'area fiorentina

Jan 23, 2022

“Salute e sviluppo: l’impegno per l’Africa”

Jan 23, 2022

'I miei anni a Mosca, memorie di un comunista italiano (1958-1964)', il 24 gennaio 2022 presso la Fondazione Gramsci

Jan 22, 2022

Lotta allo spreco| Premio al Banco Alimentare per il 38% delle eccedenze recuperato

Jan 22, 2022