Tue Jan 2023 - 09 10

Ai.Bi. - Amici dei Bambini apre una nuova sede in Emilia Romagna, a Monghidoro (BO)

Written by AngeliPress

Nel territorio del Comune di Monghidoro, sull’Apennino tra Bologna e Firenze, da ormai 5 anni è attivo il “Pan di Zucchero” (come vengono chiamati i centri di aiuto alla famiglia di Ai.Bi.) I Talenti, nato dalla volontà di un gruppo di volontari che si sono uniti per sostenere famiglie e minori in situazioni di difficoltà.

Grazie, in particolare, alla spinta della famiglia Salomoni, legata ad Ai.Bi. da una lunga storia di amicizia e collaborazione, nel tempo le attività del centro di Monghidoro sono cresciute e si sono articolate in una serie di interventi legati all’integrazione, al supporto scolastico e al tempo libero, con oltre 45 bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado che ogni giorno vengono seguiti da diversi volontari.

Abbiamo cominciato nei locali della parrocchia – racconta Silvana Salomoni. "Ma quando le attività sono cresciute gli spazi non erano più adeguati. Così, abbiamo messo a disposizione dei locali che erano nelle nostre disponibilità e abbiamo continuato a portare avanti il tutto. L’aiuto extrascolastico è stato l’inizio che ci è servito anche per ‘rompere’ i muri di comunicazione e conoscere realtà di grande povertà di vario tipo, non solo economico: povertà di tempo, povertà di affetti… Oggi il centro è sempre pieno, e nuove iscrizioni continuano ad arrivare”.

E le attività si moltiplicano, non solo quelle quotidiane di aiuto ai compiti, ma anche attraverso appuntamenti realizzati nei diversi momenti dell’anno che sono entrati a far parte di una “tradizione” molto sentita dalle famiglie del luogo e non solo: dal centro estivo allo sviluppo di attività ludiche e sportive; dagli incontri di formazione alle gite sul territorio e tanto altro ancora.

A Monghidoro (BO) la dodicesima sede di Ai.Bi. in Italia

Grazie a tutto ciò, la sede di Monghidoro non solo è diventata un punto di riferimento importante per i ragazzi e le famiglie, ma anche una realtà riconosciuta e apprezzata dalle diverse Istituzioni del territorio per la capacità di fornire sostegno a minori e famiglie in difficoltà e per riuscire a coinvolgere un gran numero di volontari.
Insomma, un vero e proprio esempio reale di welfare di comunità che aveva tutte le carte in regola per diventare una delle sedi ufficiali di Ai.Bi. - Amici dei Bambini dislocate sul territorio nazionale, parte integrante di quella “visione” che vuole portare aiuto e sostegno il più vicino possibile ai minori e alle famiglie che ne hanno più bisogno.

 “Siamo contenti di questo passo – sottolinea ancora Silvana Salomoni – anche se la nostra mission non cambia, e rimane sempre quella di prestare attenzione al ‘grido del bambino abbandonato’. È questa la nostra forza, ed è questo il motivo per il quale la gente ci segue: perché abbiamo saputo comunicare l’accoglienza nel concreto di ogni giorno. Da qui si è anche sviluppato un lavoro di rete davvero bello, con altre realtà del territorio che hanno messo a disposizione le loro capacità e le loro risorse. Perché preparare il terreno aiuta a portare frutti sempre più ampi e più grandi”.

pubblicato in Giovani

Latest from AngeliPress

Auser in audizione al Senato sul disegno di legge delega sugli anziani

Assemblea Sinodale Continentale in Europa: il contributo delle Chiese in Italia

"Arturo Paoli e l'Argentina «patria del cuore»" di Marco Roncalli

Proposto il progetto #LaScuolaControilCancro

Presentazione del libro "R-esistenze. Venti storie di quotidiana resistenza" a cura di Rosa Iannuzzi



Anziani

Feb 08, 2023

Auser in audizione al Senato sul disegno di legge delega sugli anziani

Assemblea Sinodale Continentale in Europa: il contributo delle Chiese in Italia

Feb 08, 2023

"Arturo Paoli e l'Argentina «patria del cuore»" di Marco Roncalli

Feb 08, 2023

Proposto il progetto #LaScuolaControilCancro

Feb 08, 2023

Presentazione del libro "R-esistenze. Venti storie di quotidiana resistenza" a cura di Rosa Iannuzzi

Feb 08, 2023