Mon Jan 2023 - 09 48

Dal 24 gennaio in libreria SE ESISTE UN PERDONO di Fabiano Massimi

Written by AngeliPress

Fabiano Massimi riscopre una storia a lungo dimenticata: quella dello «Schindler inglese», Sir Nicholas Winton, che nella Praga del 1939 salvò 669 bambini dal Nazismo. Uno straordinario esempio di umanità e coraggio.

La chiamano la Bambina del Sale, perché tutte le sere, quando il buio allaga la città, puoi incontrarla all'imbocco di un vicolo che vende ai passanti sacchetti in tela azzurra con dentro una manciata di sale, introvabile da tempo. Nessuno a Praga conosce il suo nome. Nessuno sa come si procura quella preziosa merce. La Bambina compare dopo il tramonto e scompare prima dell'alba, senza dare confidenza a chi incontra. Una moneta, un sacchetto. Tutto qui.
È il 1938. Il furore nazista incombe sulla Cecoslovacchia e Hitler è alle soglie della città. La paura dilaga, soprattutto fra gli ebrei del Ghetto. Non c'è tempo, bisogna fuggire. Bisogna salvare i più deboli, come i bambini senza famiglia, come la Bambina del Sale. Un'impresa impossibile. Eppure c'è un uomo che ci crede, un inglese di origini ebraiche, Nicholas Winton, che tenta il miracolo: allestire treni diretti nel Regno Unito per mettere in salvo quanti più bambini possibile. Tra mille ostacoli logistici e politici, e con l'aiuto della giovane Petra che lo guida in una città a lui sconosciuta e colma di fascino, Winton sta per riuscire nel suo eroico intento. Ma la Bambina del Sale sembra non voglia farsi salvare. Perché quello sguardo sfuggente? Quale segreto nasconde? In questo toccante romanzo, che racconta la vicenda vera e dimenticata di sir Nicholas Winton, tornata alla luce grazie a un commovente video della BBC dove l'uomo ottantenne incontra a sorpresa i "suoi" bambini ormai adulti, Fabiano Massimi ci accompagna in un viaggio fra storia e finzione, rischiarando una delle pagine più oscure del nostro passato con la luce della speranza.

«Il treno aveva preso velocità appena fuori Praga, oltre i tetti e le guglie della Città Vecchia, oltre i quartieri bassi della prima periferia e le fabbriche che si assiepavano lungo il fiume (...). Dai finestrini dello scompartimento entrava un flusso ininterrotto di meraviglie che i bambini osservavano rapiti, le frontiappoggiate contro il vetro, le dita aperte come petali. Per molti di loro era il primo viaggio senza la famiglia, e tutto era così nuovo che non pensavano già più alla vita che si stavano lasciando alle spalle, alle madri e ai padri che li avevano accompagnati in stazione fingendo serenità per affidarli a degli sconosciuti.»

pubblicato in Librangelo

Latest from AngeliPress

Auser in audizione al Senato sul disegno di legge delega sugli anziani

Assemblea Sinodale Continentale in Europa: il contributo delle Chiese in Italia

"Arturo Paoli e l'Argentina «patria del cuore»" di Marco Roncalli

Proposto il progetto #LaScuolaControilCancro

Presentazione del libro "R-esistenze. Venti storie di quotidiana resistenza" a cura di Rosa Iannuzzi



Anziani

Feb 08, 2023

Auser in audizione al Senato sul disegno di legge delega sugli anziani

Assemblea Sinodale Continentale in Europa: il contributo delle Chiese in Italia

Feb 08, 2023

"Arturo Paoli e l'Argentina «patria del cuore»" di Marco Roncalli

Feb 08, 2023

Proposto il progetto #LaScuolaControilCancro

Feb 08, 2023

Presentazione del libro "R-esistenze. Venti storie di quotidiana resistenza" a cura di Rosa Iannuzzi

Feb 08, 2023