Fri Nov 2021 - 01 57

Farmaci prodotti in Islanda con la tortura di cavalle gravide

Written by AngeliPress

Farmaci prodotti in Islanda con la tortura di cavalle gravide, l'inchiesta condotta da una rete globale di associazioni svela l'orrore nel cuore dell'Europa.

 

 

Lager con cavalli torturati e mandati a morte nel cuore dell'Europa, nella civilissima Islanda, che si vende al mondo come culla del benessere e del rispetto per gli animali: la lunga e accurata inchiesta condotta dalla rete internazionale di associazioni animaliste della quale fa parte IHP (Italian Horse Protection), coordinata dalla italo-svizzera AWF-TSB (the Animal Welfare Foundation), mostra che in Islanda le condizioni di sofferenza e abuso delle giumente gravide dalle quali si estrae l'ormone PMSG – (Pregnant Mare Serum Gonadotropin, in Italia conosciuto come Gonadotropina serica equina) impiegato negli allevamenti intensivi di suini - sono le stesse dell'Argentina e dell'Uruguay. 

 

“Il PMSG è un ormone estratto dal sangue di cavalle gravide che viene usato per produrre farmaci impiegati negli allevamenti intensivi per la produzione di carni principalmente suine: serve per incrementare la fertilità delle scrofe e produrre un maggior numero di cuccioli destinati alla macellazione – spiega il presidente di IHP, Sonny Richichi -. Le investigazioni condotte negli anni scorsi dalle associazioni animaliste hanno mostrato le torture alle quali vengono sottoposte le cavalle nei principali hub mondiali di produzione del PMSG, l'Argentina e l'Uruguay. Lo sdegno globale e le forti proteste che si sono levate dopo la diffusione delle inchieste alle quali abbiamo attivamente partecipato hanno fatto sì che molte case farmaceutiche abbiano dichiarato di non avvalersi più di PMSG importato dal Sud America: hanno detto di averlo sostituito con ormoni prodotti in Europa, senza però fornire ulteriori dettagli. Ecco, i dettagli li mostra adesso questa investigazione di AWF: sono agghiaccianti perché in Islanda le condizioni delle cavalle sono le stesse dell'Argentina e dell'Uruguay. Ed è ancora più grave perché siamo in Europa, dove ci sono norme che vietano queste pratiche”. Le cavalle passano una vita intera fra gravidanze, aborti e torture. Vengono ripetutamente ingravidate, ma nella maggior parte dei casi abortiscono a causa delle condizioni fisiche estremamente debilitate. Quando riescono a portare a termine la gravidanza, i puledri maschi vengono mandati al macello, mentre le femmine seguono la sorte delle madri. Quando non rimangono più gravide, anche le cavalle vengono mandate al macello. Gli animali vengono abitualmente picchiati e vivono in lager privi di ogni riparo dalle intemperie. Accade che le cavalle collassino dopo l'estrazione del sangue. “Alle cavalle vengono prelevati anche 5 litri di sangue alla settimana per 6-8 settimane nel periodo compreso fra i 40 e 140 giorni di gestazione, mentre le linee guida internazionali dicono che il massimo sangue che si può estrarre a fini di sperimentazione è pari a circa 3 litri ogni 4 settimane”, spiega Richichi. 

pubblicato in Notizie

Latest from AngeliPress

Una riflessione per il 3 dicembre da un ex studente, Khalid Dakir, affetto da una grave malattia fin dalla nascita

SIMIT – La minaccia omicron. L’appello degli infettivologi: non perdere fiducia in vaccini e anticorpi monoclonali

“PEACHUM. UN’OPERA DA TRE SOLDI” DIVENTA ACCESSIBILE

Presentazione del libro Elsa De' Giorgi e il Circeo

Domani a Roma “NewsMedia4Good”



Argomenti

Nov 30, 2021

Una riflessione per il 3 dicembre da un ex studente, Khalid Dakir, affetto da una grave malattia fin dalla nascita

SIMIT – La minaccia omicron. L’appello degli infettivologi: non perdere fiducia in vaccini e anticorpi monoclonali

Nov 30, 2021

“PEACHUM. UN’OPERA DA TRE SOLDI” DIVENTA ACCESSIBILE

Nov 30, 2021

Presentazione del libro Elsa De' Giorgi e il Circeo

Nov 30, 2021

Domani a Roma “NewsMedia4Good”

Nov 30, 2021