Sat May 2022 - 09 31

Il tempo nuovo di Piersanti

Written by AngeliPress

Riportiamo qui di seguito un artcolo uscito ieri su Avvenire sul poeta Umberto Piersanti. L'articolo è formato da Vincenzo Guarracino e si intitola "Il tempo nuovo di Piersanti"

Ritorna dopo quasi un trentennio con l’aggiunta di un mannello di inediti, un libro storico, fondante, I luoghi persi di Umberto Piersanti, un libro che per molti lettori «ha significato qualcosa», non solo per il prefatore Roberto Galaverni ma per quanti (quorum ego) in questo autore hanno sempre avvertito una linea di profonda diversità, tematica e stilistica, rispetto a certe linee dominanti nella poesia italiana degli ultimi cinquant’anni divisa tra opposte 'scuole': sperimentalismo avanguardistico da un lato e (pseudo) misticismo anfetaminico dall’altro. Fiero di una sua marginalità anche geografica, progressivamente sempre più orgogliosa, Piersanti si è eretto anche ideologicamente ad alfiere di un paesaggio e di un tempo immutabili, quello dell’infanzia e dell’adolescenza, da declinare e rappresentare, ieri come oggi, non in termini di nostalgica trasfigurazione idillica quanto di ricomposizione emozionale («riconciliazione», come l’ha definita Ezio Settembri, in un bellissimo saggio, Il mito ritrovato, pubblicato nel 2021), in una lingua 'fuori della storia' quel tanto che basta per dire che è profondamente e da sempre connaturata all’ethos e alle figure della sua vita nella loro strutturale inalterabilità sulla scena di un tempo 'differente', georgico non solo a livello naturalistico e paesaggistico, dotato di essenza mitologica e al tempo stesso di persistente ma anche dolorosa concretezza, quale è la vita nelle sue manifestazioni e quotidiane articolazioni. Luoghi 'persi' ma non 'dispersi', non cancellati, dunque, per rifarsi al titolo emblematico, tanto sono radicati nella coscienza e perfino nel linguaggio, semanticamente e poeticamente incrostati di vita, lievitanti ancora nel ricordo anche se in una condizione di 'presenza' e drammatica urgenza: una poetica che «sta nella cosa», giusto come dice Galaverni che di diritto ascrive Piersanti alla famiglia di quanti, come più recentemente Andrea Zanzotto (ma già prima di lui, Pascoli, Pavese e Leopardi), non hanno avuto paura di avventurarsi «dentro le alte erbe» (del «folto dei sentieri» o di boschi e greppi sferzati da venti gelidi o abitati da folletti e «sprovingli») di un’infanzia per definizione impareggiabile, per dare concretezza nell’oggi del linguaggio ai loro fantasmi più riposti, per intravedere grazie a ciò un «tempo nuovo», sulla scena di «una morbida primavera / fuori stagione» oltre ogni «sgomento e stupore», vissuta come «eterna» al di là della consapevolezza del tempo che «tutto dissolve e muta», come leggiamo nel penultimo testo della silloge, l’inedito Quel giorno all’osteria. Si faccia attenzione a quest’ultimo passaggio del libro prima di abbandonarsi all’Elegia delle Cesane, e alla sua sostanza di persistente miticità con il suo eterno «dislagare della luce»: perché è in esso, nei gangli dei suoi versi, nel periglioso enjambement del distico «una gioia feroce / contro l’assurdo», che è messa in scena dolorosamente una stagione di trasgressioni e tradimenti, il trauma di un tempo davvero «differente», con cui l’oggi fa i conti cercando ancora di riconciliarsi e che fa venire in mente certi drammatici momenti della poesia pascoliana (la Voce, l’Aquilone).

pubblicato in Cultura

Latest from AngeliPress

E' morto Piero Angela, aveva 93 anni. Qui due nostri ricordi e domani un racconto del direttore Paola Severini Melograni su QN

Il metodo Montessori entra negli orfanotrofi della Bolivia: anche i bambini abbandonati hanno diritto ad un "loro" futuro

LOMBARDIA, ONLINE IL NUOVO PORTALE DI REGIONE INTERAMENTE DEDICATO AI GIOVANI

Sant'Egidio Summer: estate, vacanze e solidarietà vanno insieme

UCRAINA: ACCOGLIENZA, AIUTI E IMPEGNO PER LA PACE



Argomenti

Aug 13, 2022

E' morto Piero Angela, aveva 93 anni. Qui due nostri ricordi e domani un racconto del direttore Paola Severini Melograni su QN

Il metodo Montessori entra negli orfanotrofi della Bolivia: anche i bambini abbandonati hanno diritto ad un "loro" futuro

Aug 13, 2022

LOMBARDIA, ONLINE IL NUOVO PORTALE DI REGIONE INTERAMENTE DEDICATO AI GIOVANI

Aug 13, 2022

Sant'Egidio Summer: estate, vacanze e solidarietà vanno insieme

Aug 13, 2022

UCRAINA: ACCOGLIENZA, AIUTI E IMPEGNO PER LA PACE

Aug 13, 2022