...

Maurizio Gianotti

Televisione

03 Mar 2021 - 04:00

Ascolti di mercoledì 3 marzo. La seconda puntata del festival di Sanremo in era covid

Ascolti di mercoledì 3 marzo. La seconda puntata del festival di Sanremo in era covid è stata presentata con un tracollo, una catastrofe, una sconfitta epocale, il declino.  Cito Dagospia: “la seconda serata del festival precipita al 42,1 con 7.586.000 spettatori: era venduta al 55% di Cher.la prima parte ottenuto 10.113.000 spettatori pari al 41,21, la seconda 3.966.000 spettatori con il 45,7%.nonostante tutta Italia fosse a casa per il coprifuoco. Nel 2020 Amadeus aveva acchiappato il 53%.persi 2 milioni di spettatori e 11% di Share”. 

Si conclude dicendo che per trovare numeri peggiori bisogna tornare al 2008 con Pippo Baudo che ebbe 6,5 milioni di spettatori.  Che dire? Mi sembra ingeneroso questo giudizio. Io penso quello che ho pensato quando ho visto il concertone del 1 maggio fatto tutto in streaming durante il Lockdown: e cioè che è molto di...

Read Everything
01 Mar 2021 - 04:00

L’ODIO AL TEMPO DEL COVID, un articolo di Maurizio Gianotti

Presadiretta, RAI3, lunedì 1° marzo 2021: “Le strade dell’odio”.  

Questa rubrica sulla TV è dedicata al Sociale. Per questo non troverete recensioni sui programmi ma analisi mirate su trasmissioni che trattano tematiche sociali.

Parliamo di Sociale e cosa è più sociale dei social? Lo dice la parola stessa… e invece no. Quello che dovrebbe essere sociale in senso positivo spesso si trasforma nel suo opposto mostrando il lato asociale o antisociale.

Chi va sui social a volte lo fa per socializzare, perché sui social si socializza più facilmente grazie alla rassicurante difesa della distanza, della possibilità di tirarsi indietro in qualsiasi momento, dell’anonimato, della possibilità di creare falsi profili e di nascondersi dietro identità fittizie restando chiusi nel bozzolo costituito dalla propria stanza, dove nessuno può vederci...

Read Everything
19 Jan 2021 - 04:13

La Rubrica sulla TV: GLI ASCOLTI DELLA SETTIMANA (12/16 GENNAIO)

Lunedì 12 gennaio. Beppe fiorello su Rai1 con “Penso che un sogno così non Ritorni mai più” ha fatto il 12,3% con 2.813.000 spettatori mentre su Canale 5 Il grande fratello VIP è arrivato al 19,6 con 3.290.000. Il trash ha battuto l’omaggio a Domenico Modugno. Ma quello di Beppe Fiorello è stato uno show di qualità, adatto al servizio pubblico. Altri dati interessanti per la prima serata sono quarta Repubblica su Rete 4 con il 5,4 è 1 milione circa e soprattutto il consueto successo di Report su Rai3 con 2.596.000 spettatori molto vicino allo show di Bene Fiorello.

Seconda serata su Raiuno: Sette storie: 5,9 con  626.000. Sempre sul 12 Unomattina nella sua prima parte cambiata di nome e oltre il 18 invece nella seconda parte più leggera. Storie italiane diviso in due parti sta fra il 17 e il 14 sempre con poco più di 1 milione di telespettatori. La Clerici ormai ha il suo pubblico: 14,5 con 1.800.0...

Read Everything
06 Jan 2021 - 04:20

La rubrica sulla Tv di Maurizio Gianotti

Finalmente se n’è andato. Chi? Ovviamente il nefasto 2020, con il suo carico di  sofferenza e morte e con il primato di averci fatto provare un’emozione che avremmo volentieri evitato: quella della privazione della libertà, emozione nota ai miei genitori che hanno vissuto la guerra e totalmente sconosciuta a me e a tutti quelli che appartengono alla mia e alle successive generazioni. Per la cronaca, ricordo come un trauma la ora risibile (o quasi) privazione della libertà di movimento legata all’austerity nei primi anni ’70, che limitò le possibilità di spostamento e mi impedì di salire a bordo della mia 500 la domenica. Ma mai ho vissuto prima del 2020 la sensazione oscura di un sostantivo evocativo come “coprifuoco”. Come molti altri, forse tutti o quasi, ho vissuto con un senso di liberazione la fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo. Dal mio punto di vista di professionista della TV, la prima cosa che ho analizzat...

Read Everything
11 Dec 2020 - 06:40

La rubrica sulla Tv di Maurizio Gianotti

Non sono di quelli che hanno avuto il coraggio di attribuire all’orrida pandemia che sta tormentando l’umanità dolente dei meriti. C’è chi le ha attribuito un miglioramento nel comune sentire, chi ha visto sentimenti di solidarietà prendere possesso di chi solidale non lo è mai stato… io continuo a pensare che chi era cattivo  prima della pandemia, cattivo è rimasto. O addirittura è peggiorato. 

Non ho potuto fare a meno di notare però che il lockdown della scorsa primavera, costringendoci tutti a fare di necessità virtù, abbia impresso un’improvvisa svolta nella fino ad allora rtimida apertura verso le moderne tecnologie della comunicazione. Mi concederò, per la prima e l’ultima volta, approfittando del fatto che questo è il primo contributo che do alla mia piccola e insignificante sezione di “autorevoli editorialisti”, di peccare di autoreferenzialità. 

Read Everything
10 Dec 2020 - 09:13

La rubrica sulla Tv, di Maurizio Gianotti

Non sono di quelli che hanno avuto il coraggio di attribuire all’orrida pandemia che sta tormentando l’umanità dolente dei meriti. C’è chi le ha attribuito un miglioramento nel comune sentire, chi ha visto sentimenti di solidarietà prendere possesso di chi solidale non lo è mai stato… io continuo a pensare che chi era cattivo  prima della pandemia, cattivo è rimasto. O addirittura è peggiorato. 

Non ho potuto fare a meno di notare però che il lockdown della scorsa primavera, costringendoci tutti a fare di necessità virtù, abbia impresso un’improvvisa svolta nella fino ad allora rtimida apertura verso le moderne tecnologie della comunicazione. Mi concederò, per la prima e l’ultima volta, approfittando del fatto che questo è il primo contributo che do alla mia piccola e insignificante sezione di “autorevoli editorialisti”, di peccare di autoreferenzialità. 

Read Everything