...

Alessandra Servidori

Economia, giurisdizione, terzo settore e caregiver

02 Apr 2021 - 03:00

Disabili e PNRR, un articolo di Alessandra Servidori

Il riconoscimento di diritti, inclusione e pari opportunità per tutte le persone con disabilità, è appena rintracciabile nel  PNRR (il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), in cui i temi centrali che riguardano la disabilità,  nelle bozze sono deboli e fragili. I problemi che pesano sugli  italiani  disabili sono  numerosi e irrisolti da molto tempo. Prima di tutto la questione salute e vaccini poiché diventa sempre più urgente e necessario dare delle risposte e concrete indicazioni alle migliaia di richieste di informazioni che stiamo raccogliendo  ogni giorno da parte delle persone con disabilità e delle loro famiglie, già aggravata dalla mancata attuazione dei Livelli Essenziali di Assistenza e le criticità ancora esistenti nella fornitura degli ausili e dei presidi. Purtroppo, certamente aggravata dal Cov...

Read Everything
22 Mar 2021 - 04:00

Perché serve una riforma nazionale sull’assistenza agli anziani non autosufficienti.

Passato inosservato il Rapporto sulla condizione degli anziani italiani non autosufficienti. Il Covid li ha sterminati nella prima fase, continua a colpirli ferocemente anche nella seconda e terza fase.

Parliamo degli ultraottantenni che rappresentano una quota rilevante della popolazione over 65, in crescita numerica e percentuale.

E già prima della pandemia, rispetto agli ultrasessantacinquenni, sono molto di più gli over 80 che presentano limitazioni funzionali e cioè oltre il 43% degli ultra 80enni, contro poco meno del 20% degli over 65.

I dati su età e profili di fragilità delle persone decedute con il Covid-19 indicano che i più colpiti sono proprio gli anziani non autosufficienti. Per mesi abbiamo osservato se la centralità nella tragedia avrebbe almen...

Read Everything
09 Mar 2021 - 04:00

Un 8 marzo dalla parte delle donne che arrivano nel nostro paese, un articolo di Alessandra Servidori

La chiamano immigrazione clandestina ma è traffico di esseri umani perlopiù donne e i loro figli. E in Europa si fa ancora troppo poco a 20 anni –inverno 2000 a Palermo, l’Italia ha ospitato la conferenza delle Nazioni Unite in cui è stata presentata la Convenzione contro la criminalità organizzata e dunque la tratta di esseri umani : “La prostituzione e altre forme di sfruttamento sessuale, il lavoro o il servizio forzato, l’accattonaggio e la schiavitù,  l’espianto di organi, e nuove forme sconosciute di sfruttamento in aumento.” Gli ultimi dati diffusi dall’Unione Europea relativi all’anno 2017 – 2018 parlano di oltre 26.268 vittime

La stragrande maggioranza di esse nel nostro continente sono ancora donne e ragazze (72%), dove lo sfruttamento sessuale è lo scopo primario del loro traffico (60%).  In questi due anni, i paesi con il maggior numero di vittime registrate sono st...

Read Everything
05 Mar 2021 - 04:00

Maratona per l'Europa. Articolo di Alessandra Servidori

Nelle 5 fasce delle linee guida del Piano Recovery è necessario  lavorare trasversalmente per impostare politiche attive di gender mainstreaming per  gestire la fase della ripresa non solo attraverso il piano straordinario di investimenti ma anche mediante opportune scelte di regolazione del lavoro e dell’impresa. La necessità di transitare da forme indifferenziate di protezione delle produzioni a meccanismi selettivi in favore di quelle che hanno i fondamentali idonei a consentirne la sopravvivenza e la crescita è indispensabile per l’occupazione femminile contrastando le sirene dei sostenitori dell’assistenzialismo senza limiti.  Read Everything

06 Feb 2021 - 04:00

Articolo di Alessandra Servidori, "Caregivers? Fondo e iniziativa politica vaporizzati"

La legge di bilancio n. 178/2020 ,già in Gazzetta Ufficiale,  per il triennio 2021/2023  illude ancora una volta i cargivers , coloro che assistono  a casa un familiare disabile. Sono tanti ,da una ipotetica indagine in difetto, almeno 500mila .E’ dal 2017 che la legge n.205  riconosce la figura giuridica del caregiver familiare e istituisce un Fondo, che in tre anni arriva a 70 milioni di euro, per sostenere direttamente il valore sociale ed economico del lavoro di cura che svolgono, e che se non svolgessero ricadrebbe sullo Stato con costi ben più alti. In mancanza, però, di una legge che stabilisca formalmente chi sono i caregivers familiari, quei soldi non sono mai stati attribuiti. Congelati.

Il secondo premier Conte ha tenuto per sè la delega per le disabilità, togliendola al Ministero del Lavoro ma ha attribuito al ministro per la Famiglia, Elena Bonetti, quella per spendere i soldi d...

Read Everything