...

Paolo Cendon

Fragilità, abiti su misura

08 Sep 2021 - 05:44

AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO E POLITICA. DI Paolo Cendon

Andrebbe approfondita la questione dell’applicabilità dell’amministrazione di sostegno anche alla

sfera della politica e della gestione della cosa pubblica.

Naturalmente è un problema delicato, ma occorre farsi coraggio.

A proposito dell’obbligo di vaccino, del green pass, e materie del genere, è evidente - a mio avviso - che occorre fare in modo che i dirigenti i di partito, i quali sostengono oggi posizioni portatrici di morte, intasamenti ospedalieri, polmoniti e sconquassi per il popolo italiano, con gravi danni anche per le vedove e gli orfani, non vengano e lasciati al loro posto.

Vero che ci sono le votazioni per questioni del genere, ma quando sono troppo in là nel tempo, mentre il pericolo è attuale già oggi, che si fa?

L’idea allora è che, quando un leader politico perde di vista il bene del popolo nel suo insieme, orbene, ecco che il giudice tutelare ...

Leggi tutto
14 Aug 2021 - 05:30

Il C.D. Terzo Complice. Di Paolo Cendon

Fra le questioni che fanno discutere - anche questa è fragilità – c’è quella legata a una possibile “responsabilità civile dell’amante”.

Un uomo, vicenda accaduta qualche decennio fa, gestisce con la moglie un negozio di elettrodomestici, ai bordi del Tevere.

Gli affari prosperano; sicché il nostro decide dopo un po’ di allargarsi, cercando nuovi clienti, non solo nel circondario immediato.

Deve restare fuori la notte a volte: la decisione è perciò quella di assumere un commesso, di bella presenza.

Passano tre anni, la moglie rimane incinta; esaminando allora i conti dell’azienda il marito si accorge di ammanchi vari, accumulatisi nel tempo: dopo un po’ il bambino nasce.

Dalle carte emergeranno nuovi dettagli: la moglie e il commesso hanno una tresca amorosa, consolidata, il figlio è di quest’ultimo; i soldi spariti sono fini...

Leggi tutto
12 Aug 2021 - 05:03

Il patto di rifioritura, di Paolo Cendon

Un ambito peculiare di intervento dell’amministratore di sostegno è quello del trattamento sanitario che si imponga nell’interesse del beneficiario, allorquando questi, proprio a causa delle condizioni ‘psichiatriche’ che lo affliggono e della conseguente mancanza di consapevolezza, vi si opponga.

La legge n. 219 del 2017 è intervenuta riguardo a questo profilo.

Più precisamente, il IV comma dell’art. 3 di detta legge stabilisce che, nel caso in cui l’amministratore di sostegno sia dotato di compiti di assistenza necessaria o di rappresentanza esclusiva in ambito sanitario, il consenso informato è espresso o rifiutato anche dall'amministratore di sostegno ovvero solo da quest'ultimo, tenendo conto della volontà del beneficiario, in relazione al suo grado di capacità di intendere e di volere.

In pratica, dunque, il giudice tutelare può attribuire all’AdS il...

Leggi tutto
10 Aug 2021 - 05:46

SUICIDIO, NEGLIGENZA, RESPONSABILITÀ. Di Paolo Cendon

Nonostante i segni di forte abbattimento, tali da far pensare al peggio, un medico si dinteressa della sua giovane paziente, la quale ha da poco partorito un bambino. Un mese dopo la neo-mamma porrà fine ai propri giorni gettandosi dalla finestra, al sesto piano.

A uno psicoterapeuta accade, durante una festa al Comando, di fare conoscenza con una signora;  si tratta della moglie del colonnello che egli ha in cura, da qualche mese: un militare di carriera che soffre,  anche a causa di lei,  di problemi psichici. Di nascosto il professionista inizierà una relazione intima, appassionata, con la donna, vogliosa di novità erotiche, mondane; il colonnello viene a saperlo, a un certo punto, la scoperta avrà l’effetto di schiantarlo del tutto, psichicamente, inducendolo una domenica a spararsi un colpo alla tempia.

Un detenuto, solo in cella,  è vittima di attacchi di tristezza e pessimismo, la cosa è s...

Leggi tutto
06 Aug 2021 - 05:02

"Tre lapide" di Paolo Cendon

 “Amavo i miei studenti e ho sempre cercato, come professore di filosofia, di fare del bene: li ho accolti a casa, sono andato in viaggio con loro, abbiamo scritto poesie insieme.

 

 

Un collega invidioso e bigotto, che mi odiava perché avevo respinto le sue profferte, ha costruito a un certo punto un castello di false prove, accusandomi di invadenze emotive, sconcezze arc...

Leggi tutto
31 Jul 2021 - 05:43

Rapporto medico/paziente, ieri e oggi. Di Paolo Cendon

“Addio agli scenari baronali, dominanti un tempo in Italia”.

 

Il primario che attraversa la corsia a larghi passi, circondato da assistenti devoti. Un’occhiata rapida alla cartella clinica, verso i degenti un pathos di mestiere.

 

Non troppi riguardi per la sensibilità di chi aspetta, sotto il lenzuolo - per le esigenze di pudore, riservatezza.

 

Informazioni sul da farsi in codice; il consenso come rapida firma sotto un modulo. Nome e cognome apposti, dal malato, non comprendendo bene il cosa e il come; a volte neanche avendo letto i capoversi scritti in piccolo.

 

------

 

“Oggi si rifiorisce, si incomincia in teoria; lungo i reparti, in ambulatorio”. 

 

  Chi già era così, fra medici e paramedici, si sente rinfrancato.

 

Sincerità quan...

Leggi tutto
29 Jul 2021 - 05:00

Fratelli cattivi, può succedere. Articolo di Paolo Cendon

Ecco gli   eredi di una potente famiglia scozzese, in cui il primogenito, cattivo per eccellenza, avventuriero ingrato e dai tratti diabolici, tormenta a lungo il secondo, buono ma debole, sino a farlo impazzire e  a  indurlo a cercare di uccidere il  fratello (IL SIGNORE DI BALLANTRAE).

---

E ci sono i quattro fratelli che , sono pieni - tranne il più piccolo  - di odio vicendevole, tanto che uno di essi finirà per uccidere il padre, e gli altri non testimonieranno neppure a favore di  un altro di loro che  pure si sa innocente (I FRATELLI KARAMAZOV). 

----

Ci sono le sorelle che si rubano furbescamente l’amante,  l’una con l’altra (COSÌ FAN TUTTE).

----

E quelle, ormai anziane,  che si temono e  si odiano morbosamente, anche per effetto di una colpa lontana, che spinge l’una a cercare di uccidere l’altra (CHE FIN...

Leggi tutto
24 Jul 2021 - 05:28

Le famiglie cambiano, il diritto cambia. Articolo di Paolo Cendon

Facile immaginare l’approdo a soglie di giuridificazione sempre più avanzate, via via che ad esempio:

(a) I doveri genitoriali mostrino di inverarsi - nel diritto vivente – come impegni ad assecondare in via progressiva la vocazione dei figli: provvedendosi a instillare in loro il gusto per la creatività, nel segno del rispetto per le loro predilezioni, con uno sprone a combattere le tentazioni conformistiche, le pigrizie eccessive; soprattutto, nel monito a difendere (ciascuno) il senso della propria preziosità, ad ascoltare la voce di tutti, a coltivare il senso civico, a non tradire l’amore per la verità, a migliorare i propri standard di amore per il prossimo;

(b) I doveri di assistenza, fedeltà, collaborazione fra coniugi, abbandonino sempre più venature ritualistiche o cerimoniose, e si atteggino soprattutto qual...

Leggi tutto
22 Jul 2021 - 05:48

Fragilità, disabilità, bisogno – aree non facili per il diritto. Articolo di Paolo Cendon

Forme nuove di debolezza - sul piano dell’età, della destrezza informativa, dei saperi e accessi tecnologici – che si affacciano di continuo; e non è detto che le difese rituali, per chi resta colpito, funzionalmente o comunicativamente, saranno sempre utilizzabili.

La scarsezza di risorse che incombe, sul piano economico, offuscando i sogni migliori, presso i consigli comunali e regionali; ed è già chiaro come certe garanzie - ad esempio quanto al lavoro dei malati di mente, alla scuola degli allievi con disabilità - non siano generalizzabili oltre una certa soglia, nelle rivendicazioni delle Magistrature più alte.

Psichiatri a traslocare, poi, assistenti sociali a cambiare reparto, ogni tanto, giudici a fare carriera: come evitare – se quella orale è la forma con cui i fragili si raccontano di solito -   che ogni cambio fra i custodi migliori, i prediletti, disperda ricchezze preziose?...

Leggi tutto
25 Mar 2021 - 04:00

IL PATTO DI RIFIORITURA” articolo di Paolo Cendon

Quante superficialità, improvvisazioni in tema di diritti delle persone fragili!

Quante distorsioni, inesattezze sul ‘’patto di rifioritura’’ ….

Non si tratta certo – basta scorrere la normativa che proponiamo - di una misura che attribuisca al giudice il potere di imporre al beneficiario, attraverso l’Amministratore di Sostegno terapie e trattamenti altrimenti esclusi, impossibili.

E’ esattamente il contrario: si tratta di precisare nel codice civile, a chiare lettere, che soltanto a certe condizioni, ossia unicamente se saranno soddisfatte le cinque garanzie che prevede l’ultimo neo-comma dell’art. 411, quelle soluzioni medico-esistenziali suggerite dallo psichiatra (davanti al bisogno di un consenso informato, onde poter procedere clinicamente, farmacologicamente, organizzativamente) saranno possibili.

Altrimenti no, non si potrà fare, entreremmo nel campo dell’abuso, del proibito, dell’illecito.

Siamo nel 2021, ec...

Leggi tutto
13 Jan 2021 - 04:13

VACCINAZIONE COVID, ITALIA, 2021 Articolo di Paolo Cendon

RENDERE OBBLIGATORIA LA VACCINAZIONE? – Si, subito

E L'ART. 32 COST. ? - Dice appunto che la salute è "interesse della collettività", spetta al legislatore difenderci tutti quanti noi, vecchi e giovani, donne e uomini, bianchi e neri

UN VERO E PROPRIO T.S.O. INSOMMA, PER TUTTI? – Sì, secondo me

NON SOLO GLI OSPITI DELLE CASE DI RIPOSO? – No, tutti quanti gli italiani, tutti quelli che vivono in Italia, bambini compresi, perché possono contagiare i nonni, i professori, le zie

NON CI SI PUO’  MAI OPPORRE? – Mai, tranne il caso di comprovate allergie, di autentiche idiosincrasie fisiche

PERCHÉ IL GOVERNO/LEGISLATOR NON L’HA FATTO ANCORA? – Prudenza eccessiva, dissensi interni, mancanza di coraggio normativo (di “palle”),  tatticismo, malintesi...

Leggi tutto