AngeliPress

    AngeliPress

    Oggi su Rai 2 "O anche no", una puntata da non perdere!

    Oggi 30 aprile su RAI 2 alle 00,30 circa e domenica 2 maggio in replica alle 09.10 circa va in onda il consueto appuntamento con “O anche no”, il programma dedicato all’inclusione e alla solidarietà realizzato con RAIDUE e RAI PER IL SOCIALE.
     
    Paola Severini Melograni intervista Maria Chiara Andriello, la responsabile dell’Accessibilità di Rai Pubblica utilità che ci racconta il lavoro delle LIS Performer, che traducono i programmi nella lingua dei segni con modalità artistiche dando un grande contributo alla trasformazione della Rai in una televisione pubblica sempre più accessibile.
     
    Ascolteremo l'inno Rap contro il bullismo che la Fondazione Aquilone ha creato all’interno di RicreAttivamente, un doposcuola per adolescenti con disabilità .
     
    Trasmetteremo un frammento del documentario "Crip Camp: disabilità rivoluzionarie" diretto da Nicole Newnham e Jim LeBrecht e prodotto da Barack e Michelle Obama. Il documentario, che ha ottenuto la nomination all’Oscar, racconta utilizzando le riprese realizzate all’epoca, dell’esperienza che un gruppo di giovani disabili visse nel campeggio di Camp Jened, nel 1971. Da quella straordinaria esperienza nacque ius movimento di protesta che negli anni successivi permise ai disabili di conquistare molti diritti.
     
    Per il cooking show inclusivo vi portiamo al "Gustop" di Milano dove i ragazzi si cimentano nella ristorazione tra bar e catering.
     
    Da non perdere come sempre la musica dei Ladri di Carrozzelle, Stefano Disegni con le sue vignette satiriche, Rebecca Zoe De Luca con le notizie dal mondo dell’adolescenza e il “prestigiattore” Andrea Paris.
     
     

    O Anche No è scritto da Maurizio Gianotti, Giovanna Scatena e Paola Severini Melograni con la regia di Davide Vavalà.

     

    Potete comunque rivedere tutte le puntate e anche le stagioni precedenti su Raiplay.
    https://www.raiplay.it/programmi/oancheno

    SPECIALE GR PARLAMENTO "1 Maggio: L'Italia si cura con il lavoro"

    Oggi 1 maggio alle 14.30 sulle frequenze di Radio 1 Rai Gr Parlamento in onda uno speciale in occasione della Festa dei Lavoratori.
    il 1 maggio vengono ricordate tutte le lotte per i diritti dei lavoratori, originariamente nate per la riduzione della giornata lavorativa.
    In aggiunta al lavoro svolto con O Anche No lo scorso 3 dicembre in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, siamo tornati a chiedere ai segretari generali dei sindacati cosa è cambiato per i lavoratori "speciali" e per tutto il resto delle persone colpite dalla pandemia.
    Inoltre vi raccontiamo le esperienze di alcune realtà che hanno fatto dell'inclusione la loro battaglia di vita: Chicco Cotto, Albergo Etico e Pizzaut.

    Ospiti di Paola Severini Melograni, Maurizio Landini, segretario generale CGIL, Luigi Sbarra, segretario generale CISL, Pierpaolo Bombardieri, segretario generale UIL, Francesco Paolo Capone segretario generale UGL, Don Andrea Bonsignori creatore di Chicco Cotto, Alex Toselli fondatore di Albergo Etico e Nico Acampora fondatore di Pizzaut.

    Il 1 maggio Maurizio Landini, sara' all'acciaieria AST di Terni;Luigi Sbarra, sara' all'Ospedale dei Castelli in localita' Fontana di Papa in provincia di Roma; Pierpaolo Bombardieri, sara' davanti alla sede Amazon di Passo Corese, in provincia di Rieti; mentre Capone terminerà a Milano un tour che lo ha visto girare per tutta l'Italia da Sud a Nord.

    Paola Severini Melograni sarà a Cassina De Pecchi dove insieme alla Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati parteciperanno alla riapertura di Pizzaut.

     

    Oggi Paola Severini Melograni su "Tutta la citta ne parla" ore 11.00

    Oggi alle 11.il nostro direttore Paola Severini Melograni sarà su Radio 3 nella trasmissione "Tutta La Città ne Parla" in onda alle 11:00. in occasione del 1 maggio festa dei lavoratori. Ascolta la diretta su https://www.raiplayradio.it/radio3/

     

    Sabato 1 maggio alle 14.30 sulle frequenze di Radio 1 Rai Gr Parlamento in onda uno speciale in occasione della Festa dei Lavoratori.
    il 1 maggio vengono ricordate tutte le lotte per i diritti dei lavoratori, originariamente nate per la riduzione della giornata lavorativa.
    In aggiunta al lavoro svolto con O Anche No lo scorso 3 dicembre in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, siamo tornati a chiedere ai segretari generali dei sindacati cosa è cambiato per i lavoratori "speciali" e per tutto il resto delle persone colpite dalla pandemia.
    Inoltre vi raccontiamo le esperienze di alcune realtà che hanno fatto dell'inclusione la loro battaglia di vita: Chicco Cotto, Albergo Etico e Pizzaut.

    Ospiti di Paola Severini Melograni, Maurizio Landini, segretario generale CGIL, Luigi Sbarra, segretario generale CISL, Pierpaolo Bombardieri, segretario generale UIL, Francesco Paolo Capone segretario generale UGL, Don Andrea Bonsignori creatore di Chicco Cotto, Alex Toselli fondatore di Albergo Etico e Nico Acampora fondatore di Pizzaut.

    Il 1 maggio Maurizio Landini, sara' all'acciaieria AST di Terni;Luigi Sbarra, sara' all'Ospedale dei Castelli in localita' Fontana di Papa in provincia di Roma; Pierpaolo Bombardieri, sara' davanti alla sede Amazon di Passo Corese, in provincia di Rieti; mentre Capone terminerà a Milano un tour che lo ha visto girare per tutta l'Italia da Sud a Nord.

    Paola Severini Melograni sarà a Cassina De Pecchi dove insieme alla Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati parteciperanno alla riapertura di Pizzaut.


    Per contattare la redazione dei programmi, che si potranno scaricare in podcast dal sito di Radio Rai Gr Parlamento, scrivete a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

    UILDM incontra il Presidente Sergio Mattarella

    Una delegazione di UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare sarà ricevuta oggì lunedì 3 maggio alle ore 12 al Palazzo del Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

     

    L’incontro “apre” i festeggiamenti per i 60 anni dell’Unione Italiana alla Distrofia Muscolare, fondata a Trieste il 22 agosto 1961 da Federico Milcovich, per dare voce all’impegno delle donne e degli uomini che lottano contro le malattie neuromuscolari e per i diritti delle persone con disabilità.

    UILDM è la prima associazione nata in Italia a sostegno delle persone che convivono con queste patologie. Da 60 anni si impegna per l’inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l’attività delle sue 66 Sezioni locali che offrono servizi di Segretariato sociale e di assistenza medico-sanitaria e riabilitativa, promuovendo iniziative per l’abbattimento delle barriere culturali e architettoniche, con un’attenzione particolare alla persona e ai suoi bisogni. Tra i suoi obiettivi la promozione della ricerca scientifica e l’informazione sulle distrofie muscolari progressive e sulle altre patologie neuromuscolari.

     

    La delegazione UILDM sarà composta dal presidente nazionale Marco Rasconi, dalla vice presidente Stefania Pedroni e dai consiglieri nazionali Anna Mannara e Enzo Marcheschi.

     

     

    UILDM nasce nel 1961 con l’obiettivo di promuovere l'inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l'abbattimento di ogni tipo di barriera, e sostenere la ricerca scientifica e l'informazione sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Ha una presenza capillare sul territorio grazie alle 66 Sezioni locali, i 3.000 volontari e i 10.000 soci, che sono punto di riferimento per circa 30.000 persone. UILDM svolge un importante lavoro in ambito sociale e di assistenza medico-riabilitativa ad ampio raggio, gestendo anche centri ambulatoriali di riabilitazione, prevenzione e ricerca, in stretta collaborazione con le strutture universitarie e socio-sanitarie.

    Il libro: Da bruco a farfalla Amarmi, amare, essere amata di Annalisa Lullo

    Il libro: Da bruco a farfalla Amarmi, amare, essere amata di Annalisa Lullo

    Un Diario. Un Racconto. Meglio non classificare.

    Un testo impastato con infinite emozioni, pensieri leggeri, parole gentili, gesti educati e caldi ricordi di Vita Vissuta. 

    Riflessioni da Cuore a Cuore venute al mondo durante il periodo di Sosta Forzata.

    Un tumulto altalenante di sentimenti e sensazioni. Quelli di una giovane donna che per la prima volta si è vista davvero sola. Ed indotta a stare, senza vie di fuga, ha accolto il cambiamento in atto e si è accorta di saper volare. 

    Questo è il Viaggio di una Trasformazione.
    Un Sentiero che conduce alla scoperta del Vero Amore dentro e fuori di sé.
    Senza condizioni, libero, senza attaccamenti, armonioso, senza limitazioni, sconfinato.
    "Ho Scoperto che l’amore è il vero antidoto alla paura, al buio, al dolore. E' la strada che mi conduce alla luce, è la direzione che mi dona la gioia. E’ un flusso energetico e dilagante, fonte perpetua di abbondanza, felicità e realizzazione ovunque”.

     

    Annalisa Lullo nasce a Tivoli, città nota per le sue Nobili Ville e sede delle Cento Fontane.
    Giunge qui una nevosa Domenica del 29 Febbraio 1976, data che rappresenta l’Eccezione alla regola dell’anno bisestile.

    Dopo la Laurea in Legge, sceglie di dedicarsi alla Comunicazione. Diventa Giornalista pubblicista e per diversi anni Lavora in Rai per la realizzazione di Testi e Contenuti.

    La sua Storia personale la conduce ad interessarsi sempre più alla propria Intimità. Inizia così la sua Avventura scoprendo un Tesoro che risulta per lei l’Essenziale. Si forma e specializza nel Linguaggio Emozionale e lo Integra nella sua Vita privata e professionale. Sceglie quindi di dedicarsi a Collaborazioni e Progetti attenti alla Persona a 360° e mirati alla suo Completo Ben-Essere.

    Durante il percorso di Vita sperimenta il Potere delle Parole, si diletta nella redazione di Pillole di Saggezza e nella conduzione di Incontri di Scrittura Emotiva. Ha in archivio numerosi suoi Scritti.

    Questo è il suo primo Vero Libro che vuole rendere Noto.

    OSCAR 2021: VINCE IL CORTOMETRAGGIO D'ANIMAZIONE DEDICATO AL LUTTO.

    Se succede qualcosa, vi voglio bene" (If Anything Happens, I love you), cortometraggio disponibile su Netflix ha vinto il premio Oscar 2021. Un film di 12 minuti, poetico e animato da un delicato tratto a matita, in cui Will McCormack (sceneggiatore di Toy Story 4) e Michael Govier riescono a trasmettere emozioni, a commuovere, a far riflettere. L'opera parla di una coppia che ha perso la figlia e dell'enorme fatica, quasi impossibilità, di ritrovarsi per superare insieme la perdita. 

    Il trailer su https://www.youtube.com/watch?v=3kH75xhTpaM

    Economia e salute: le religiose protagoniste del cammino per vivere la “Fratelli tutti”

    «Chi siamo noi come donne consacrate? Siamo sorelle apostoliche, mandate nel mondo a predicare la buona novella, a portare un messaggio di salvezza, di speranza, di libertà all’umanità. Quello che realizziamo per l’empowerment delle donne fa parte di questa nostra missione evangelica». Si è aperto con le parole di Suor Helen Alford, OP, membro ordinario della Pontificia Accademia per le Scienze sociali, l’incontro online “Sisters Empowering Women - Un posto a tavola nello spirito di Fratelli Tutti”, che si è tenuto lo scorso 27 aprile. Il secondo dei sei appuntamenti promosso dall’Unione Internazionale Superiore Generali (UISG) con l’obiettivo di dare voce ai percorsi di avviati dalle religiose di tutto il mondo per vivere e trasmettere i valori dell’enciclica “Fratelli tutti” di Papa Francesco.

    Le connessioni fra i temi economia e salute, la necessità di un punto di equilibrio tra le esigenze di un’economia inclusiva e sostenibile e le strategie per contrastare l’emergenza sanitaria, sono state al centro del webinar che, dopo l’introduzione di suor Patricia Murray, segretaria esecutiva della UISG, ha visto gli interventi di suor Alessandra Smerilli, FMA, sotto-segretario al Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, e di suor Carol Keehan, DC, presidente della Task Force per la Salute della Commissione vaticana Covid-19.

    «Ci troviamo di fronte ad un mondo malato e diviso, che ha bisogno di guarigione, di comunione e di solidarietà. Come possiamo generare qualcosa di nuovo? Attraverso nuovi modi di lavorare e seguendo un approccio sinodale: ascoltare, connettere, ispirare, confrontarsi con tutti, dentro e fuori dalla Chiesa», ha dichiarato suor Alessandra Smerilli, presentando i risultati e le prospettive di “The Economy of Francesco”, messaggi di cui i giovani si fanno portavoce. Per l’economista bisogna fare attenzione “alla retorica di ripresa”: «Riprendendo ciò che già era ingiusto e insostenibile - ha sottolineato nel suo intervento -, uscirà un mondo basato sulle ingiustizie già esistenti. E come sempre, saranno i poveri e i più vulnerabili a subirne le conseguenze. Noi preferiamo invece il termine “rigenerare”: generare qualcosa di nuovo, qualcosa che porti vita e giustizia per tutti. E non è un’utopia, ma un sogno possibile. La nostra speranza è che attraverso il nostro lavoro e una ricca collaborazione con tanti altri enti ed organizzazioni, il grido della terra e dei poveri possa essere ascoltato come base per una rigenerazione».

    «L’intero operato della Commissione Covid-19 si basa proprio su questo presupposto - ha dichiarato suor Carol Keehan -. Le quattro task force sull’economia, l’ecologia, la sicurezza e la salute riconoscono che prima della pandemia queste aree stavano soffrendo e avevano un impatto particolarmente negativo sulle persone che vivevano in povertà o in altre situazioni di vulnerabilità, come i Paesi devastati dalla guerra, i migranti, le persone trafficate, che erano molto più profondamente feriti degli altri e avrebbero avuto una sfida più grande da affrontare dopo la pandemia. Pertanto, il Papa ha voluto che la sua commissione guardasse a un ampio spettro di aree che dovevano essere migliorate, non solo quella attinente alla salute, al fine di creare un mondo più giusto e attento».

    A moderare l’evento è stata Sally Jane Axworthy, ambasciatore di Gran Bretagna presso la Santa Sede, che a più riprese ha ribadito la necessità di ascoltare le donne e lavorare insieme per costruire percorsi di empowerment per contrastare ogni tipo di povertà, sfruttamento e violenza.

     

    Enea Salute: diabete, sensori low cost per misurare il glucosio nel sangue

    Un processo innovativo per produrre in modo economico e su larga scala sensori di precisione utilizzati nelle “striscette” per misurare il glucosio nel sangue nei diabetici, ma anche nei dispositivi antitaccheggio o per misurare la concentrazione degli inquinanti nell’acqua o nella frutta. Lo ha brevettato ENEA ottimizzando le fasi di assemblaggio e di accoppiamento di strati nanodimensionati su elettrodi stampati.

    “Gli elettrodi stampati sono sonde di pochi centimetri di lunghezza che vengono prodotti usando degli inchiostri specifici adattati all’esigenza scientifica, in pratica con le stesse tecniche con cui si stampano, ad esempio, i disegni sulle t-shirt”, spiega il ricercatore ENEA Walter Vastarella che ha brevettato il processo di stampa.

    Il processo brevettato serve a produrre sistemi ibridi, cioè formati da nanoparticelle elettrochimicamente attive ed elettrodi stampati, combinando l’alto grado di innovazione delle nanotecnologie con la flessibilità di supporti conduttori.

    “In questo modo siamo riusciti a semplificare una delle fasi di produzione del sensore tanto da renderne più economica e semplice la stampa, soprattutto in presenza di grandi numeri, e mantenendo la possibilità di variare la superficie degli elettrodi a seconda delle esigenze di produzione”, conclude Vastarella.

    Enea Salute: diabete, sensori low cost per misurare il glucosio nel sangue

    Un processo innovativo per produrre in modo economico e su larga scala sensori di precisione utilizzati nelle “striscette” per misurare il glucosio nel sangue nei diabetici, ma anche nei dispositivi antitaccheggio o per misurare la concentrazione degli inquinanti nell’acqua o nella frutta. Lo ha brevettato ENEA ottimizzando le fasi di assemblaggio e di accoppiamento di strati nanodimensionati su elettrodi stampati.

    “Gli elettrodi stampati sono sonde di pochi centimetri di lunghezza che vengono prodotti usando degli inchiostri specifici adattati all’esigenza scientifica, in pratica con le stesse tecniche con cui si stampano, ad esempio, i disegni sulle t-shirt”, spiega il ricercatore ENEA Walter Vastarella che ha brevettato il processo di stampa.

    Il processo brevettato serve a produrre sistemi ibridi, cioè formati da nanoparticelle elettrochimicamente attive ed elettrodi stampati, combinando l’alto grado di innovazione delle nanotecnologie con la flessibilità di supporti conduttori.

    “In questo modo siamo riusciti a semplificare una delle fasi di produzione del sensore tanto da renderne più economica e semplice la stampa, soprattutto in presenza di grandi numeri, e mantenendo la possibilità di variare la superficie degli elettrodi a seconda delle esigenze di produzione”, conclude Vastarella.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.