14 Aprile 2021 - 06:00

    Beni confiscati: Roma dice no alle associazioni

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Riportiamo qui di seguito parte di articolo uscito su Avvenire di domenica 11 aprile:

    «Il 16 marzo scorso 'Libera Roma' aveva organizzato un sit-in in piazza del Campidoglio per la mancata istituzione del Forum cittadino sui beni confiscati alle mafie. Un tavolo di confronto permanente con la rete dei presidi antimafia attivi sul territorio, pensato per favorire una programmazione comune dei progetti di gestione dei patrimoni sequestrati. Previsto da un regolamento approvato in Consiglio comunale nel giugno del 2018, il Forum non ha mai visto la luce e giovedì la maggioranza a 5 stelle della sindaca Virginia Raggi ha nuovamente affossato il progetto.

    La protesta dell’associazione contro le mafie Libera, a cui si era unito anche il suo fondatore don Luigi Ciotti e alcuni consiglieri del Pd, aveva prodotto una mozione approdata in Consiglio tre giorni fa. Il Movimento 5 stelle si è però astenuto e, nel caso delle consigliere Guadagno e Paciocco, si è espresso addirittura con un voto contrario.

    Il regolamento prevedeva l’istituzione del Forum entro sei mesi dall’approvazione. Ma a tre anni di distanza il coinvolgimento delle reti sociali nelle procedure di assegnazione e nello sviluppo dei progetti relativi resta un miraggio. Eppure sarebbe l’unico sistema per garantire una gestione inclusiva e competente degli oltre 600 beni confiscati nella Capitale.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.