14 Novembre 2020 - 05:08

    Ecosistema Urbano 2020: “Un’Italia a due velocità”

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore ha pubblicato l’annuale report Ecosistema Urbano sulle performance ambientali dei capoluoghi italiani. Gli indici sullo smog, trasporti, rifiuti e rete idrica risultano essere quelli che si muovono più lentamente. Le città più virtuose sono Trento, Mantova e Pordenone; mentre quelle con performance ambientali più basse sono Pescara, Palermo e Vibo Valentia. Per quanto riguarda le grandi città Milano ha ottenuto un ottimo punteggio, premiata anche con 17 best practices. Tuttavia, è emerso dallo studio “un’Italia a due velocità”: una più performante per le politiche incentrate sulla sostenibilità, dai trasporti all’energia verde e per la l’espansione di spazi destinati ai cittadini e alla natura; dall’altra parte c’è invece un Paese più lento ad incrementare le sue prestazioni, su tutte quelle legate allo smog, trasporti, raccolta differenziata e gestione idrica. “L’Europa – dichiara Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente – ha destinato al nostro Paese 209 miliardi di euro, una cifra molto importante che non potrà non riguardare le aree urbane, utili anche per il raggiungimento degli obiettivi Onu sullo sviluppo sostenibile al 2030. È qui infatti che si gioca una partita fondamentale per fronteggiare le tre crisi attuali – l’emergenza sanitaria, economica e climatica – e per vincere la sfida della modernizzazione del Paese”. Tra le grandi città Torino è salita all’80esima posizione della graduatoria, anche Bari sale 84esima; mentre Bologna e Venezia scendono rispettivamente alla 16esima e alla 27esima posizione. I grandi centri urbani non riescono a contenere le alte emissioni di smog e il numero di auto in circolazione, basti pensare che a Roma ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, a Torino 64. La gestione della raccolta differenziata di Palermo è ferma al 19,2%. Invece a Bari quasi il 50% dell’acqua potabile immessa nella rete idrica va sprecata.

    https://www.legambiente.it/ecosistema-urbano/

    A cura di Simone Riga

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.