Stampa questa pagina
17 Ottobre 2020 - 06:46

Ikea, coupon se si restituiscono i mobili. Un passo verso la sostenibilità?

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La multinazionale svedese ha lanciato un nuovo genere di Black Friday (Buy Back), in ottica sostenibile che va di pari passo con le politiche del momento e sarà incentrato sull’economia circolare, ovvero sarà consentita la restituzione di credenze, librerie, scaffali, tavolini, armadi, e così via. Quest’ultimi verranno poi valutati e in seguito saranno emessi dei coupon da spendere per dei nuovi acquisti, anche di seconda mano. Una trovata che da un lato pone la società svedese in un’ottica green, ma dall’altro potrebbe produrre un effetto contrario, ossia un maggior consumismo, in virtù della restituzione e il conseguente rilascio di buoni sconto, che difficilmente il cliente spenderà nel reparto usato trattandosi già di una multinazionale dai prezzi invitanti sul nuovo.

Dovrà pur guadagnarci Ikea, altrimenti non si tratterebbe di business, ma in realtà questa non sembra proprio una concreta risposta alle politiche auspicate vertenti su una crescente responsabilità sostenibile da parte dei consumatori, come anche ricorda l’Obiettivo 12 dell’Agenda 2030 dell’Onu. Analizzando l’iniziativa invece in maniera positiva si potrebbe dire che si tratta di un buon inizio, di un passo avanti, e di un’iniziativa che porterebbe il singolo cittadino ad avere una maggiore sensibilità sul consumo sostenibile e quindi, sull’economia circolare. Ma il coupon dovrà pur sempre usarlo da Ikea, e non sarà di certo obbligato a comprare un oggetto di seconda mano, solo se capirà l’intento profondo dell’idea forse sì.

Questa iniziativa sarà presente in 27 Paesi, in Italia inizierà il 27 novembre e durerà fino al 6 dicembre. In Irlanda e Regno Unito non è stata fissata una data per la fine. Esclusi d’eccezione sono gli Stati Uniti, che a quanto pare hanno altre strategie in programma. L’azienda svedese ha ribadito comunque la volontà di raggiungere il cosiddetto “climate positive” entro il 2030, che tradotto sarebbe una drastica riduzione di emissioni inquinanti nell’intera filiera. Ikea “è impegnata nella promozione del consumo sostenibile e nel combattere il cambiamento climatico”, ha affermato Peter Jelkeby, responsabile vendite per Ikea UK e Irlanda. Speriamo che non si tratti di solo business.

https://www.nytimes.com/2020/10/14/business/ikea-buy-back-furniture.html

https://about.ikea.com/en/sustainability/becoming-climate-positive/what-is-climate-positive

https://www.ansa.it/ansa2030/notizie/finanza_impresa/2020/10/15/ikea-lancia-black-friday-sostenibile-ricompra-mobili-usati_6e8b545f-718d-4e11-97ad-e83588e34aa4.html

A cura di Simone Riga

Ultima modifica il 16 Ottobre 2020 - 07:05
AngeliPress

Ultimi da AngeliPress