21 Novembre 2020 - 05:17

    Il COVID non ha fermato Per Roma

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Le misure di contrasto alla epidemia che da troppi mesi limitano molte delle abituali consuetudini di vita di tutti noi, hanno fortemente condizionato le attività dell’associazione ma pur fra molte difficoltà il nostro lavoro è proseguito, per alcuni aspetti si è intensificato.


    Sospesi,  necessariamente, riunioni e i dibattiti, anche se si è cercato di mantenere viva un’attività di informazione e confronto con i nostri associati facendo uso dell’informatica (molto apprezzati alcuni incontri con protagonisti della vita cittadina realizzati dai nostri giovani su Zoom); cancellate le Cene di Per Roma, che invece si erano affermate come una bella occasione periodica di convivialità per i soci (ma speriamo di tornare presto a organizzarle !); annullata la possibilità di incontrarsi nella sede di via Nazionale che per molti era diventato un punto di riferimento per il caffè pomeridiano.  E’ continuata tuttavia un’attività meno evidente, ma di grande  impegno e tutt’altro che priva di risultati positivi. 

    E’ proseguito il lavoro di Per Roma nel suo ruolo di segreteria organizzativa dell’Osservatorio parlamentare per Roma, culminata il 6 novembre scorso con l'evento " Dopo 150 anni Roma è Capitale?"  in diretta via-internet  ( oltre 5200 visualizzazioni) durante il quale è stato presentato il libro " A Centocinquant'anni da Roma Capitale costruire il futuro della città eterna"  risultato del lavoro condotto da un gruppo di accademici delle università La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre che su impulso dell’Osservatorio parlamentare ha elaborato una serie di relazioni approfondendo sotto diversi profili il tema di Roma Capitale. Lavoro di grande importanza per l’azione che l’Osservatorio si accinge a svolgere in Parlamento in vista di una legge che finalmente disciplini i rapporti fra lo Stato e Roma. E’ questo un tema che Per Roma giudica essenziale. Delineare qual è, quale dovrà essere, il ruolo della nostra città in quanto Capitale d’Italia, comprendere le responsabilità reciproche che legano i romani con il resto del Paese, fissare con chiarezza gli impegni fra lo Stato e la sua Capitale: tutto questo ci sembra un elemento fondamentale del disegno della città di domani al quale tutti dobbiamo sentirci impegnati a contribuire. E su questo i prossimi mesi ci vedranno sempre più impegnati.

    Senza dimenticare ambiti di più immediata concretezza sui quali, pure, il lavoro dell’associazione “ai tempi del Covid” non ha rallentato il ritmo. Con esiti per i quali non possiamo nascondere qualche orgoglio. E’ notizia riportata dai giornali degli ultimi giorni che il progetto rilanciato da Per Roma per la realizzazione della linea tranviaria Termini-Vaticano-Aurelio (TVA) è in primo piano sul tavolo della commissione fra Governo, Regione e Comune che sta decidendo sulle opere pubbliche da realizzare in vista del Giubileo del 2025. Si tratta di un vecchio progetto comunale colpevolmente abbandonato, che la nostra associazione ha riesumato e riproposto all’attenzione delle autorità comunali competenti (che meritoriamente lo hanno recepito): un’opera pubblica fondamentale per i trasporti cittadini che (se tutto andrà a buon fine) sarà realizzata.

    Stiamo ora lavorando per alcune nuove iniziative alla scoperta di Roma di cui contiamo di dare notizia prima della feste natalizie, seguici sulla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornato

     https://www.facebook.com/assxroma

    Insomma, pur tra tante difficoltà operative, si può dire che Per Roma, nei suoi cinque anni di vita, è riuscita a conquistarsi uno spazio non irrilevante nella scena cittadina. Lanciando soprattutto un segnale: c’è spazio a Roma per l’azione di cittadini di buona volontà; l’impegno civico può contribuire a cambiare la città.

    Per Roma vuole proseguire e intensificare questo lavoro, ma ha bisogno di aiuto. Serve solidarietà morale, collaborazione operativa e, naturalmente, sostegno finanziario. Le spese da affrontare, per quanto ridotte al minimo, costituiscono un peso molto impegnativo se si è in pochi a sostenerlo. C’è bisogno di soci, numerosi, che condividendo lo spirito dell’associazione e la passione per Roma che ci anima, partecipino alle iniziative comuni e contribuiscano a sostenerne i costi.

    Sono aperte le iscrizioni a Per Roma per il 2021, con le modalità indicate di seguito. Contiamo su di te!

    Le quote rimaste invariate anche per quest'anno sono le seguenti:

    Soci Benemeriti  a partire da € 500 

    Soci Sostenitori € 150

    Soci Ordinari € 30

    Soci Giovani € 10

    La quota può essere versata sul conto di Per Roma iban: IT71H0311103250000000002951 o con  PAYPAL : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.