15 Aprile 2021 - 05:00

    Il libro: Il pirata gentile

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Finalmente è in libreria Il pirata gentile, scritto e illustrato da Giulia Oberholtzer. Essere se stessi non è sempre facile, soprattutto se sei un pirata da generazioni. Il giovane protagonista scoprirà la sua vera natura rivelandosi un pirata davvero gentile. L’albo è pubblicato con il carattere ad alta leggibilità EasyReading® per agevolare la lettura delle persone con dislessia.

    Una storia di identità

    «Si chiamava Piero ed era un pirata da generazioni. Ma non era come tutti gli altri, Piero era un pirata gentile. Arrembaggi, razzie, decapitazioni, squartamenti, mai interessati». Dopo Aurora e la tigrona, Giulia Oberholtzer torna sul tema della scoperta di sé e della propria identità: come possiamo capire chi siamo e come vogliamo vivere, quando la strada davanti a noi sembra stata già tracciata da qualcun altro? Il pirata gentile invita a guardarsi dentro per conoscersi veramente e scoprire cosa ci rende davvero felici.

    Non solo, però: Il pirata gentile è anche una storia che parla di amicizia, di viaggi… e di migranti.

    Un pirata felice

    «Ma un giorno accadde qualcosa… Una barca, una di quelle di legno vecchio e marcio, più marcio di quello della gamba di legno di suo zio Willy L’Orbo, con la vernice scrostata messa peggio della barchetta di Piero, ma piena di gente che sembrava stesse per scoppiare, naufragò. E splash! Tutti giù in acqua».

    Dopo essere stato vittima di un naufragio Piero fa amicizia con la balena che lo ha salvato da un sicuro annegamento. Sul suo dorso, Piero naviga i sette mari e scopre tutti gli angoli del mondo. È durante uno di questi viaggi che s’imbatte in una barchetta alla deriva: «Migranti li chiamavano. E dopo un po’ Piero aveva capito. Non erano le barche dei ricchi a rompersi, quelle no, non si rompono mai, quelle che si rompono sono solo le barche dei poveracci». Piero scopre così come essere un pirata felice: salvando le persone migranti e portandole a destinazione!

    Con l’ironia e la leggerezza tipica delle sue pubblicazioni, Giulia Oberholtzer racconta un mondo complesso dove l’empatia, l’aiuto reciproco e l’amore possono salvarci e condurci a un lieto fine.

    Il pirata gentile è un albo illustrato adatto a giovani filibustieri alla continua ricerca del lieto fine. Per sé e per gli altri.

    L’autrice

    Giulia Oberholtzer, autrice e illustratrice romana, ha studiato Graphic Design alla facoltà di Architettura di Valle Giulia. Ha realizzato progetti, collaborazioni e mostre in Italia e all’estero. Nel 2018 è uscito il suo primo racconto illustrato, Fernando senza Effe (bookabook); nel 2020 per Edizioni Gruppo Abele pubblica Aurora e la tigrona.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.