22 Ottobre 2020 - 10:18

    L’Almanacco della Scienza celebra Rodari

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    In occasione dei 100 anni dalla nascita, il Focus monografico del nuovo numero del magazine on line del Consiglio nazionale delle ricerche è dedicato al noto scrittore per l’infanzia e ai temi al centro delle sue storie, esaminati dai ricercatori dell’Ente. Un’occasione per riflettere su infanzia, scuola e formazione in un momento così delicato

    Il 23 ottobre ricorrono i cento anni dalla nascita di Gianni Rodari, noto scrittore per l’infanzia, che è stato anche giornalista, pedagogo e politicamente impegnato. Per ricordare questo autore poliedrico, conosciuto e tradotto in tutto il mondo, gli abbiamo dedicato il Focus dell’Almanacco della Scienza on line da oggi, esaminandone l’opera e prendendo spunto dai temi affrontati nelle sue storie per analizzarli con l’aiuto dei ricercatori dell’Ente. Un’occasione per riflettere su infanzia, scuola e formazione in un momento così delicato.
    Francesco Tonucci, ricercatore emerito dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione, ricorda l’incontro e la collaborazione con lo scrittore, avvenuto nel 1972 a Reggio Emilia. Umberto Maniscalco dell’Istituto di calcolo e reti ad alte prestazioni, partendo da Caterino, il protagonista de “Il robot che voleva dormire”, parla dell’evoluzione dell’automazione. Maria Grazia Volpe dell’Istituto di scienze dell’alimentazione esamina invece l'aspetto gastronomico dei testi di Rodari. Gli interventi di Antonio Cerasa, neuro-scienziato dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica, e Anna Lo Bue, neuropsichiatra infantile dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica, sono incentrati sulla creatività alla base dell'apprendimento infantile e sul ruolo primario della narrazione nello sviluppo cognitivo e affettivo dei bambini. Prendendo spunto dal  brano musicale “Ci vuole un fiore”, scritto da Rodari e cantato da Sergio Endrigo, Fabio Chiarello dell'Istituto di fotonica e nanotecnologie riflette sulla curiosità tipica dei bambini, ma anche degli scienziati.
    Lo scrittore è poi al centro delle Recensioni, con il documentario “Rodari 2.0 - Spazio alla parola”, in onda il 24 ottobre su laF tv (canale 135 di Sky); dei Video, in cui Maria Cristina Picchio dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione ne illustra il rapporto con le parole e il carattere educativo della sua produzione letteraria; dell’Altra ricerca, dove si ricordano la consegna del premio "Gianni Rodari città di Omegna” e il progetto “La grande scrittura”; del Faccia a faccia, in cui abbiamo incontrato il critico letterario Piero Dorfles.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.