01 Ottobre 2020 - 06:49

    Le preoccupanti fratture rilevate in Antartide

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Grazie alle recenti foto satellitari dell’Esa, Nasa e Usgs, gli scienziati hanno rilevato delle preoccupanti fratture nei ghiacciai dell’Antartide. Nello specifico, gli studiosi si sono concentrati sui ghiacciai di Pine Island e Thwaites nel mare di Amundsen, responsabili per il 5% dell’innalzamento del livello del mare globale. Lo scioglimento totale di questi due ghiacciai, che formano un’area grande quanto la Norvegia, provocherebbe un innalzamento del livello del mare pari a oltre un metro. “Per rivelare cosa stia realmente accadendo a Pine Island e Thwaites, abbiamo analizzato i dati di imaging da una serie di satelliti diversi”, afferma Stef Lhermitte della Delft University of Technology nei Paesi Bassi. Dalle immagini è stata accertata la presenza di crepacci, fratture e spaccature che fanno senza dubbio pensare che il ghiacciaio si stia deteriorando. “Attualmente, le piattaforme sono un po’ come un’auto lenta nel traffico: costringono qualsiasi cosa dietro di loro a rallentare. Una volta rimosse, il ghiaccio che si trova più all’interno accelererà, il che a sua volta farà salire il livello del mare ancora più velocemente”, spiega Lhermitte. Di crepacci di tale portata non se ne erano mai visti dal 1997 e, oltretutto, negli ultimi anni il processo di deterioramento è accelerato peggiorando ancor di più una situazione già critica.

    Il gruppo di ricercatori guidati da Lhermitte ha monitorato le aree danneggiate dal 1997 al 2019, un’analisi sull’evoluzione della piattaforma di ghiaccio e la velocità di movimento della stessa utilizzando i dati dell’Earth Explorer CryoSat dell'ESA, della missione spaziale Copernicus Sentilnel-1, del programma Landsat della Nasa/Usgs e lo strumento giapponese Aster collocato a bordo del satellite Terra della Nasa. Dalla ricerca è emersa una situazione preoccupante nel momento in cui hanno sviluppato una proiezione del potenziale impatto dei margini danneggiati del ghiacciaio.

    “Sappiamo che una quantità significativa di ghiaccio glaciale nell'Antartide occidentale è attualmente colpita dai cambiamenti climatici - infatti, uno studio recente ha rilevato che il 24% di questo ghiaccio sta rapidamente divenendo sottile e instabile. Questi nuovi risultati sottolineano quanto velocemente questo danno stia crescendo, e rivelano che i ghiacciai di Pine Island e Thwaites sono più vulnerabili che mai”, riferisce Mark Drinkwater, scienziato per le missioni dell’Esa.

    https://www.esa.int/Applications/Observing_the_Earth/Worsening_rifts_and_fractures_spotted_at_two_of_Antarctica_s_most_important_glaciers

    A cura di Simone Riga

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.