23 Aprile 2021 - 05:00

    Trento Film Festival, dal 30 aprile al 9 maggio la 69a edizione, solo online

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Torna il Trento Film Festival, la più antica rassegna al mondo di cinema e culture dedicate alla montagna. La prossima edizione sarà interamente digitale e si svolgerà dal 30 aprile al 9 maggio (con proiezioni online fino al 16 maggio) su piattaforma digitale trentofilmestival.it e sui canali social della rassegna. Non mancheranno i partner, le sale, i teatri virtuali con registi, spettatori e ospiti di Trento Film Festival, che come lo scorso anno è riuscito ad adeguarsi al meglio alla complicata situazione sanitaria.

    Sono 98 le opere in cartellone, ripartite nelle 8 sezioni, provenienti da 31 paesi di produzione. Per il 30% di queste si tratterà di un’anteprima internazionale , per il 50% di un’anteprima italiana.

    film in concorso sono 23 di cui 14 lungometraggi e 9 cortometraggi. Tra le anteprime più attese i due lungometraggi italiani in concorso, con due protagonisti del mondo della cultura di montagna: Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord di Dario Acocella segue lo scrittore Premio Strega in un viaggio tra le Alpi e l’Alaska, accompagnato dall’ amico Nicola Magrin, sulle tracce dei suoi maestri letterari. La casa rossa di Francesco Catarinolo, invece, documenta la vita e il lavoro ai tempi del Covid dell’esploratore altoatesino Robert Peroni, da 30 anni stabilitosi sulla costa orientale della Groenlandia.

    I film di apertura e chiusura, entrambi in anteprima assoluta, riaffermano il legame tra il festival, Trento e il Trentino: il già annunciato stupefacente cortometraggio animato digitale Mila della trentina Cinzia Angelini, ispirato ai racconti d’infanzia della madre dei bombardamenti su Trento durante la Seconda Guerra Mondiale, aprirà il programma il 30 aprile. Sabato 8 maggio chiuderà il festival N-Ice Cello - Storia del violoncello di ghiaccio di Corrado Bungaro. Documentazione del viaggio dai ghiacciai delle Dolomiti al Mediterraneo, passando per il MUSE di Trento, di uno strumento musicale unico al mondo.

    Cultura e cinema ogni giorno

    Ogni giorno sulla piattaforma trentofilmestival.it si aggiungeranno nuovi film fino all’8 maggio, poi disponibili alla visione per una settimana fino ad un limite di 500 visioni. La piattaforma sarà attiva fino al 16 maggio. Il costo per accedere all’intero programma è di 25 euro, mentre il noleggio dei singoli film è gratuito fino ai 30 minuti di proiezione, per i mediometraggi fino a un’ora si pagano 3 euro (5 euro per i lungometraggi). «Abbiamo voluto riportare la rassegna alla sua collocazione originale, per ripristinare un calendario che non avesse più il carattere dell’emergenzialità, pur confermando alcune delle innovazioni positive dell’edizione scorsa, come la piattaforma per le visioni online e le dirette sui canali social, che hanno permesso e permetteranno a migliaia di persone di accedere ai nostri contenuti originali”, ha dichiarato la direttrice del Festival, Luana Bisesti. “Inoltre decine di ospiti animeranno i caffè scientifici in diretta radiofonica e gli incontri letterari, trasmessi da Palazzo Roccabruna in collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna e con Montura editing”.

    Protagonista delle serate alpinistiche – che avranno il loro set al Supercinema Vittoria - sarà il grande alpinista Hervé Barmasse , che dialogherà ogni sera con un ospite diverso, su temi di grande attualità. L’8 maggio sarà anche proclamato il vincitore del 47° Premio ITAS del Libro di montagna che quest’anno celebra 50 anni di vita. www.trentofestival.it

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.