01 Aprile 2021 - 16:59

    Un canale per la lingua dei segni: il progetto sperimentale inizia il 4 aprile

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    «Ribadisco l’esigenza di predisporre strumenti idonei e accessibili per la trasmissione della fede. Auspico, inoltre, che questi vengano messi a disposizione di quanti ne hanno bisogno in modo il più possibile gratuito, anche mediante le nuove tecnologie, rivelatesi così importanti per tutti in questo periodo di pandemia». Raccogliendo l’appello di Papa Francesco, contenuto nel Messaggio per la Giornata internazionale delle persone con disabilità del 2020, il Dicastero per la comunicazione della Santa Sede avvia il Progetto «Nessuno Escluso». Si tratta di un servizio che offrirà l’accessibilità per le persone con disabilità comunicative delle catechesi delle Udienze generali e degli Angelus/Regina Caeli che saranno fruibili gratuitamente attraverso un canale YouTube di Vatican News. In particolare, sarà disponibile un canale live per la traduzione LIS (Lingua Italiana dei Segni) https://e.va/lis e un canale in differita per la traduzione ASL (American Sign Language) https://e.va/asl».

    Il progetto prenderà il via con il Messaggio Urbi et Orbi di Pasqua, domenica 4 aprile, grazie alla collaborazione e al sostegno economico del Pio Istituto dei sordi di Milano, di CBM Italia-Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, Freunde von Radio Vatikan (Amici della Radio Vaticana) e St Francis Borgia Deaf Center di Chicago. 

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.