AngeliPress

    AngeliPress

    25 Novembre 2020 - 14:20

    La Lega Pro con l’Associazione Parole O_Stili contro ogni forma di violenza sulle donne

    Verso il 25 novembre: 

    La Lega Pro scende in campo con tutti i suoi club e con l’Associazione Parole O_Stili contro ogni forma di violenza sulle donne

    La Lega Pro scende in campo con tutti i suoi club e con l’Associazione Parole O_Stili contro ogni forma di violenza sulle donne.  Lo fa con un alleato prezioso come l’Associazione Parole O_Stili attraverso il Manifesto della comunicazione non ostile per lo sport.

     

    “Il punto n.2 del Manifesto per lo sport “ Si è ciò che si comunica” diventa il messaggio che la Lega Pro e i suoi club si impegnano a diffondere - spiega Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro- perché anche le parole hanno un peso e devono essere un ponte e non alzarsi come un muro. Il nostro impegno nel sociale, che si è concretizzato in poco più di 12 mesi con 1451 iniziative con le nostre società, è dedicato, in particolare in questa giornata, alla sensibilizzazione alla lotta ad ogni forma di violenza verso le donne. In un tempo di incertezza come quello che viviamo, dobbiamo ancora di più far leva su valori come il rispetto, la solidarietà e la gentilezza”.

    “Le discriminazioni di genere sono un tema sul quale la nostra associazione pone spesso l’attenzione, perché queste passano anche attraverso il linguaggio. Sappiamo quanto male possano fare le parole e quante cose raccontino di noi, dei nostri pensieri e delle nostre azioni. Imparare a scegliere con cura le parole è un atto di responsabilità fondamentale per arrivare ad un cambiamento culturale”, dichiara Rosy Russo, Presidente di Parole O_Stili.

    “Abbiamo pensato di dedicare il turno di campionato di Serie C- conclude Ghirelli- con le gare in programma da sabato 28 a lunedì 30 novembre, a Michela Noli, originaria di Firenze, che è anche la città dove nasce la C con Artemio Franchi. La dedica alla giovane donna, vittima di femminicidio, è rivolta a tutte le donne che hanno subito violenza. Il calcio è uno strumento per lanciare un messaggio forte”.

    In contemporanea ci saranno anche altre iniziative dei club di Lega Pro per ribadire il no alla violenza e ad ogni sua forma.

    25 Novembre 2020 - 11:53

    Rebecca Zoe De Luca: il 25/11 cambiamo punto di vista e fatti contro la violenza sulle donne

    Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne. Si tratta di un giorno estremamente importante, che deve essere celebrato da tutti/e ovunque indipendentemente dal sesso. Eppure, purtroppo, ci dono ancora persone che si ostinano a sostenere che i casi di violenza sulle donne siano episodi isolati e che scaturiscano da disturbi mentali, abuso di alcol, droghe o addirittura da un vestito troppo corto o attillato, come se la brutalità umana dipendesse dall’orlo di un abito.
    Bisogna essere consapevoli: in Europa 1 donna su 10 - di età pari o superiore ai 15 anni - ha subito qualche forma di violenza sessuale, 1 su 20 è stata stuprata - si stima che siano circa 9 milioni di donne solo in Europa -, poco più di una su 5 è stata vittima di violenza fisica e/o sessuale da parte di un partner. Ma se già questi dati sono spaventosi e schioccanti - io stessa li ho dovuti rileggere più volte perché non credevo ai miei occhi - la cosa peggiore è la giustificazione degli stessi. Non è una leggenda metropolitana il fatto che la violenza, addirittura un atto vile e disumano come lo stupro, vengano quasi giustificati se non addirittura sminuiti.
    I dati rilevati dall’Istat nel 2019 ed in seguito diffusi da Amnesty International e Italia, mostrano che il 32% della popolazione giustifica lo stupro in determinate circostanze - di questo 32%, il 15% se è stato fatto utilizza di alcolici, il 16% se la vittima ha avuto atteggiamenti intimi con l’aggressore prima della violenza, il 9% se non ha detto esplicitamente no e via discorrendo. Mi sono limitata ad esporre dati su violenze principalmente sessuali, eppure si potrebbero elencate tantissime altre forme di abusi e violenze. Non voglio dilungarmi troppo, credo che i dati e i fatti di cronaca si commentino da soli.
    Il 25 novembre, Giornata contro la Violenza sulle Donne, non deve indurci a denunciare solo ed esclusivamente un giorno all’anno, ma a fare in modo di guardarci intorno e cambiare radicalmente non solo il nostro punto di vista, ma anche e soprattutto i fatti.
    25 Novembre 2020 - 11:43

    WWF, l’agricoltura biologica è la chiave per la transizione ecologica

    Il Wwf lancia l’appello all’Italia per puntare oltre l’obiettivo per l’agricoltura biologica imposto dal Green New Deal europeo, fissato al 25% della superficie agricola utilizzata (SAU) secondo la Strategia Farm to Fork, alzando l’asticella fino al 40% del SAU entro il 2030. In questo modo il Paese ne ricaverebbe anche una posizione di tutto rispetto a livello internazionale per l’esportazione potendo contare su dei prodotti contraddistinti da un’elevata qualità.

    Ma l’agenda nazionale è ancora ferma in quanto a ciò, ad esempio con il ritardo del rinnovo del Piano di Azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN pesticidi); il mancato recepimento delle direttive sulla riduzione dell’uso dei pesticidi del 50% e per l’assenza di normative a tutela dei prodotti BIO accidentalmente contaminati da terreni confinanti trattati con pesticidi. Basti pensare che il PAN è scaduto da febbraio 2018. La crescita del settore biologico è di prioritaria importanza per il Wwf nell’ottica di una transizione verde e propone l’introduzione di due punti chiave: “il giusto prezzo che deve essere riconosciuto ai
    produttori lungo la catena del valore delle filiere agroalimentari e l’utilizzo virtuoso dei sussidi pubblici che dovrebbero premiare maggiormente tutte le esternalità positive del biologico, ad iniziare dai fondi della PAC post 2020 che rappresenta il maggiore portafoglio di fondi pubblici dedicato all'agricoltura, ma anche attraverso una fiscalità nazionale agevolata per i prodotti biologici ed una penalizzazione delle sostanze chimiche di sintesi”.

    https://www.wwf.it/news/notizie/?55221/Per-una-transizione-ecologica-dellagricoltura-in-Italia-servono-obiettivi-piu-ambiziosi

    A cura di Simone Riga

    25 Novembre 2020 - 06:10

    Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Le nostre testimonianze

    Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

    Il 25 novembre ricorda una data spaventosa: nel 1960 nella Repubblica Dominicana del dittatore Trujillo le tre sorelle Aida, Maria e Antonia Mirabal, considerate oppositrici al regime e rivoluzionarie, furono torturate, massacrate e strangolate. Da allora il 25 novembre ricorda la necessità, l'emergenza e la tragedia delle violenze nei confronti delle donne in tutto il mondo.

    Oggi in Italia centinaia e centinaia di iniziative. Le potete trovare quasi tutte, ci abbiamo provato!, sul nostro portale, sono veramente tante, e soprattutto ascoltare e vedere dieci straordinarie donne italiane che vi raccontano il loro punto di vista, che cosa bisogna ancora fare, l'urgenza, la necessità e, ripeto ancora, l'emergenza. Perché di una vera e propria emergenza si parla, ancor più nel periodo del Covid. Infatti, sono aumentate vertiginosamente le violenze all'interno delle famiglie e sono comunque incrementate le vessazioni, anche quelle psicologiche.

    Noi continuiamo il nostro percorso, da quando è nata Angelipress, esattamente venti anni fa, ogni anno abbiamo lavorato in questa giornata del 25 novembre per raccontarvi quello che accade e quello che le donne vogliono e fanno per le altre donne. 

     

    Paola Severini Melograni

    24 Novembre 2020 - 05:22

    “Cambia la forma, non la sostanza” della 24° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

    Per ragioni di sicurezza, quest’anno nei supermercati italiani non verranno raccolti direttamente gli alimenti, ma si potranno acquistare dal 21 novembre all’8 dicembre delle “gift card” da 2, 5 e 10 euro, il cui valore sarà convertito in cibo non deperibile che verrà distribuito alle circa 8mila strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2.100.000 persone. 

    I punti vendita aderenti in Piemonte a questo link: https://www.bancoalimentare.it/it/node/5480

    Le card possono essere acquistate anche sul sito www.mygiftcard.it, dove sono già disponibili.

    24° GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE: QUEST’ANNO LA SPESA SI FA CON LE CARD

    L’iniziativa storica del Banco Alimentare vedrà quest’anno una Colletta “dematerializzata”: dal 21 novembre all’8 dicembre si potranno acquistare alle casse dei supermercati card da 2, 5 e 10 euro che saranno trasformate in cibo per le tante persone in difficoltà “Cambia la forma, non la sostanza” della 24esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare: quest’anno nei supermercati italiani si potranno acquistare dal 21 novembre all’8 dicembre delle “gift card” da 2, 5 e 10 euro. A fine Colletta il valore complessivo di tutte le card acquistate sarà convertito in cibo non deperibile come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e altri prodotti che servono maggiormente. Tutto sarà consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare e verrà distribuito con le consuete modalità alle circa 8mila strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2.100.000 persone.

    Le Card prendono quindi il posto degli scatoloni e diventano i “contenitori” della spesa. Una spesa che quest’anno non può più essere donata fisicamente, per ragioni di sicurezza sanitaria. Il passaggio di beni di mano in mano sarebbe troppo rischioso. Per le stesse evidenti ragioni di sicurezza non ci potranno essere i consueti gruppi di volontari entusiasti (145 mila fino allo scorso anno) nei supermercati, che saranno comunque presenti nella giornata di sabato 28 novembre, seppure in numero ridotto.

    La storica iniziativa del Banco Alimentare oltre ad essere “dematerializzata” non si esaurirà in una sola giornata, ma per 18 giorni (dal 21 novembre all’8 dicembre) le card saranno in distribuzione nei punti vendita che aderiranno alla Colletta e potranno essere acquistate on line sul sito www.mygiftcard.it, dove sono già disponibili.

    “L’impegno di questi mesi ha prodotto risultati concreti permettendoci di affrontare anche l’aumento del bisogno, mettendo in campo mezzi, volontari, personale, innovazioni nelle modalità operative, potenziamento della rete sul territorio. Cambiamenti che hanno modificato e modificano ogni giorno il nostro modo di lavorare”, afferma Salvatore Collarino, presidente di Banco Alimentare del Piemonte.

    NUMERI e PARTNER

    Nel 2019 con la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare sono state raccolte in Piemonte 770 tonnellate di cibo che si sono trasformate in 1.4 milioni di pasti per persone bisognose. La Colletta Alimentare, gesto con il quale Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2020 indetta da Papa Francesco, è resa possibile grazie alla collaborazione di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, all’Associazione Nazionale Bersaglieri, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e altre associazioni caritative.

    Per consultare i punti vendita aderenti visita il sito www.collettaalimentare.it

    Banco Alimentare del Piemonte

    Banco Alimentare del Piemonte promuove il recupero delle eccedenze alimentari dal campo alla ristorazione aziendale e la loro redistribuzione oggi a circa 600 Strutture Caritative che assistono 107.469 persone bisognose in Piemonte. Nel 2020 ha già distribuito sul nostro territorio 5.034 tonnellate di alimenti.

    24 Novembre 2020 - 05:14

    Al via il 100esimo congresso Soi

    L’emergenza coronavirus Sars-Cov2 sta nuovamente mettendo sotto pressione il sistema sanitario nazionale; molti ospedali per aumentare la disponibilità di posti per i pazienti colpiti da Covid-19 chiudono altri reparti. Accade ad esempio per l’oculistica, con migliaia di pazienti costretti a rinunciare a curare i propri occhi, come ha denunciato il presidente della Soi, Società oftalmologica italiana, Matteo Piovella.

    “C’è una riduzione di visite e interventi del 50% – ha spiegato – quindi 6 milioni di visite e 500mila interventi in meno, per 2 fattori principali: il primo è che, in questa seconda fase di difficoltà, gli ospedali non sono disponibili a erogare le prestazioni di tipo oculistico, anche quelle d’urgenza, perché ovviamente tutte le risorse devono essere dedicate a fronteggiare il Covid ma bisognerebbe anche essere in grado di non abbandonare i pazienti oculistici che hanno bisogno. In secondo luogo, abbiamo mantenuto strutture che tenevano separate le persone positive e potenzialmente contagiose dai pazienti sani però, siccome oggi a livello generale questo non può essere garantito, le persone stesse si rifiutano di fare visite oculistiche o interventi perché pensano di rischiare la vita e prendere il Covid-19”.

    La soluzione, come già più volte rimarcato, secondo la Soi è incentivare la diffusione e l’utilizzo dei tamponi antigenici rapidi, per testare, tracciare e poi trattare gli eventuali positivi, laddove possibile anche con la formula dell’autodiagnosi, “Si tratta di seguire la strada già utilizzata in Sud Corea, Cina, Hong Kong e Singapore degli auto-test – ha concluso Piovella – ci sono dei test paragonabili ai test di gravidanza normalmente utilizzati da tutti che la maggioranza delle persone è in grado di utilizzare per fare una auto-diagnosi di positività. Ovvio che le persone che si trovassero in difficoltà sarebbero quelle che avrebbero pieno accesso a un’assistenza per avere un test veritiero e affidabile”.
     
    Argomento: CONFERENZA STAMPA SOI 
    Ora: 25 novembre 2020 03:00 PM Amsterdam, Berlino, Roma, Stoccolma, Vienna

    23 Novembre 2020 - 15:18

    Questa sera alle ore 20 l'appuntamento su Gr Parlamento di No Profit

    NO PROFIT - "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne"
    Lunedi 23 novembre, ORE 20, RADIO 1 RAI GR PARLAMENTO

    Ospiti di Paola Severini Melograni, Maria Pia Daniele, autrice e scrittrice teatrale e Daniela Marcone, vicepresidente di Libera.
    Due donne forti che hanno vissuto sulla loro pelle problemi e traumi che le hanno cambiate e dato loro forza (il padre di Daniela Marcone è stato ucciso dalla mafia).
    Le intervistate invitano a reagire tutte le donne che subiscono violenze e non hanno il coraggio di andare avanti e denunciare gli abusi.
    Il libro consigliato è l’ultimo di Maria Pia Daniele “Le Dee. Interverte memorie” edito da Mongolfiera.

    Domani sera, 24 novembre, al termine dei lavori dell'aula, Radio Rai Gr Parlamento manderà in onda uno speciale realizzato da Paola Severini Melograni in occasione di tutte le manifestazioni che si svolgeranno il giorno dopo con i contributi di: Adriana Pannitteri, Scrittrice "la forza delle donne"; Candia Marcucci Presidente del consorzio della Bonificazione Umbra; Isabella Rauti, Senatrice; Maddalena Boffoli, Avvocato; Barbara Pontecorvo, Avvocato; Valeria Fedeli, Senatrice; Julia Unterberger, Senatrice; Suor Gabriella Bottani, Coordinatrice Thalitha Kum contro la tratta delle persone; Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario e altre ancora...

    Vi ricordiamo che venerdi notte alle 00.55 circa su Raidue andrà in onda la replica della decima puntata di O anche No e domenica vi aspettiamo per la nuova puntata.

    Potete comunque rivedere tutte le puntate e anche le stagioni precedenti su Raiplay.

    https://www.raiplay.it/programmi/oancheno

    23 Novembre 2020 - 12:18

    Settimana della Scienza

    Seconda giornata della Settimana della Scienza di Frascati Scienza.

    Ecco il programma di lunedì 23 novembre:

    ore 15:00 Laboratorio di Meteoriti - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 15:30 Un vulcano in laboratorio - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 16:00 Catturiamo il topolino! - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 16:00 It’s earth o’clock - A cura di Raffa fa Cose QUI

    ore 16:30 A tu per tu col Coronavirus - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 17:00 Parola ai Ricercatori - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI 

    ore 17:00 La termografia all'infrarosso - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 17:30 La geologia secondo il Liceo Scientifico "Lazzaro Spallanzani" di Tivoli - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 18:00 Missioni IM-POSSIBILI: Rotondi e D'Elia a cura di Istituto Centrale per il Restauro QUI

    ore 18:00 AstroGarden - Osservazioni dirette al telescopio... meteo permettendo! - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 18:00 I Poli l'ultima frontiera dei cambiamenti climatici - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 18:30 Un matematico a spasso - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    ore 20:30 Introduzione alla Fisica Quantistica - A cura di Università degli Studi di Roma Tre QUI

    23 Novembre 2020 - 06:42

    Il Cardinale Bassetti negativo al COVID-19

    Il Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, è risultato negativo al tampone per la ricerca del COVID-19. La sua convalescenza prosegue al Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, dove è ricoverato da giovedì 19 novembre.

    Dopo la positività riscontrata il 28 ottobre scorso, il Cardinale Presidente era stato ricoverato presso l’Azienda Ospedaliera di Perugia “Santa Maria della Misericordia” il 31 ottobre e qui era stato sottoposto alle terapie del caso fino al trasferimento, nella notte tra il 2 e il 3 novembre, nella struttura di Terapia Intensiva 2. Nel tardo pomeriggio di venerdì 13 novembre, il Cardinale era stato trasferito nuovamente alla degenza ordinaria di Medicina d’Urgenza COVID 1 e poi dimesso il 19 novembre.

    Il Cardinale Presidente esprime gratitudine a tutto il personale sanitario che si è preso e si sta prendendo cura di lui e di tutti gli ammalati e a quanti gli sono vicini con la preghiera e l’affetto. Nel rendere grazie al Signore, continua a pregare per tutti coloro che si trovano nella prova e nella sofferenza, nella certezza che il Padre misericordioso non abbandona mai i suoi figli.

    23 Novembre 2020 - 06:00

    Stefano Disegni, la prima di tre tavole sul maestro Ezio Bosso

    Da inizio novembre stiamo pubblicando alcune vignette di Stefano Disegni sul nostro portale Angelipress. Le vignette sono state realizzate per il programma televisivo in onda su Rai 2 la domenica "O anche no", condotto da Paola Severini Melograni, con tema l'inclusione, la solidarietà e la diversabilità. Qui la prima di una serie da tre tavole sul maestro Ezio Bosso. Proseguiremo nei prossimi giorni con altre tavole.

    Page 1 of 65

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.