AngeliPress

    AngeliPress

    Nel decreto sostegni bis novità importanti sul lavoro

    Nel decreto Sostegni bis, che la prossima settimana arriverà in Consiglio dei ministri, ci saranno delle novità importanti sul lavoro. Verrà inserito il contratto di rioccupazione, che prevede una decontribuzione al 100% per i primi sei mesi, ma anche l’esonero contributivo del 100% per i dipendenti confermati nel turismo e commercio. Verrà anche allargata la platea delle aziende che potranno stipulare i contratti di solidarietà e usufruire dei contratti d’espansione. Salvare più posti di lavoro possibile e crearne di nuovi. La sfida del governo Draghi, e soprattutto del ministro Orlando, è enorme. Uscire dalla pandemia con le ossa meno rotte possibile e iniziare subito a recuperare è fondamentale.

    L'articolo completo su: https://www.fanpage.it/politica/lavoro-il-piano-del-governo-per-la-ripartenza-arriva-il-contratto-di-rioccupazione/

    Una corsa dedicata ad un angelo biondo, di Gaia Simonetti

    Non è una maestra, ma ‘insegna’ il coraggio. Non è un’artista - come tiene a precisare - ma disegna il volto della figlia e in ogni pennellata, a tracciare le linee, c’è il “pittore” cuore. Paola Alberti, che vive a Firenze, è la mamma di Michela, vittima di femminicidio, e nel ricordo della figlia col marito Massimo, ha dato vita ad una serie di iniziative. La prossima in calendario è “Corri per Michela” (corripermichela.it), arrivata alla quarta edizione, in programma il 15 maggio, nel giorno in cui la giovane se ne è andata, e prevede una corsa virtuale con immagini con la maglia rosa dedicata al suo angelo biondo. Nel periodo pre-Covid la corsa partiva dal giardino che ‘accoglie’ la panchina rossa e, tra gli occhi meravigliati dei passanti, si muoveva come una grande ‘onda’ rosa con famiglie che correvano con la maglia in memoria della giovane. L’evento è organizzato dal Gruppo sportivo Le Torri, in collaborazione con Uisp sport per tutti e il Quartiere 4. “La base da cui si deve partire, nella vita e ogni giorno, è il rispetto della vita - dice mamma Paola - è una promessa che ho fatto a mia figlia e anche a tutte le donne, vittime di violenza. Michela era una donna che aveva tanti sogni da realizzare. Sogni a cui sono state spezzate le ali”. La corsa virtuale, al momento, ha fatto registrare oltre 500 adesioni. Non è difficile immaginare che, oltre lo schermo di computer e telefonini, gli occhi di ognuno siano rivolti ad una nuvola, quella vicina al sole, che corre veloce nel cielo.

    Un report sulla disponibilità di asili nido in Italia

    La scorsa settimana è uscito l’ultimo importante report promosso da Con i Bambini e Openpolis nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Si tratta di un report sulla disponibilità di asili nido in Italia.

    Negli ultimi anni, sulla scorta degli obiettivi nazionali ed europei in materia, l’offerta di asili nido e di servizi per la prima infanzia è in parte cresciuta nel nostro Paese. In base ai dati più recenti, relativi all’anno educativo 2018/19, i posti a disposizione in queste strutture sono arrivati a 25,5 ogni 100 minori. Una crescita non trascurabile, ma che risulta ancora troppo lenta rispetto agli obiettivi europei dei 33 posti ogni 100 bambini. È quanto emerso dalla presentazione online del rapporto nazionale “Asili nido in Italia” promosso dall’impresa sociale Con i Bambini e Openpolis nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

    Vi sono profonde distanze tra i territori nella diffusione di asili nido e servizi prima infanzia. Bastano pochi, macroscopici dati per inquadrare il fenomeno. A fronte di un centro-nord che ha quasi raggiunto l’obiettivo europeo (32%) e dove in media 2/3 dei comuni offrono il servizio, nel Mezzogiorno i posti ogni 100 bambini sono solo 13,5, e il servizio è garantito in meno della metà dei comuni (47,6%). La differenza è di 18,5 punti. A Bolzano quasi 7 posti ogni 10 bambini. A Catania e Crotone quasi 5 su 100 bambini. Ai primi posti si collocano Valle d’Aosta (45,7%, cioè quasi 1 posto nei servizi socio-educativi per la prima infanzia ogni 2 bimbi residenti), Umbria (42,7%), Emilia Romagna (39,2%) e Toscana (36,2%). Al Sud, ad eccezione della Sardegna che supera la media nazionale (29,3%), vanno oltre la soglia del 20% (ovvero più di un posto ogni 5 bambini) Abruzzo e Molise, mentre Puglia e Basilicata si attestano poco sotto il 17% e con maggiore distanza si collocano Campania (11%), Sicilia (10%) e Calabria (9,4%).

    Il libro della settimana. Topografia della memoria, Martin Pollack. Keller editore

    Topografia della memoria, Martin Pollack. Keller editore.

    Basta poco per accorgersi che Topografia della memoria non è solo un viaggio in temi importanti dell’ultimo secolo e nella nostra coscienza storica e civile, è anche un dono di artigianato culturale, una sorta di apprendistato grazie al quale ci si immerge tra testi, fotografie, deduzioni, luoghi, lingue, tranelli e nebbie dei ricordi, per creare, ancora una volta, una nuova mappa dell’Europa e del nostro essere figli delle tragedie e dei tentativi di riscatto del Novecento. Il valore aggiunto è che in ogni pagina sentiamo la presenza, al nostro fianco, di un maestro come Pollack.

    Progetto “I Piccoli Comuni del Welcome”

    Tra tradizione e innovazione, non c’è miglior posto per “accogliere” che la cucina. È andata così con il corso di formazione promosso dal progetto “I piccoli comuni del welcome”, che nelle province di Avellino e Benevento persegue l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita degli abitanti di decine di piccoli comuni, talvolta a rischio spopolamento, da un lato rivolgendosi agli abitanti del posto o originari del posto che intendono farvi ritorno, dall’altro alla popolazione migrante presente in grande numero in quest’area.

    L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD, ha permesso a un gruppo di ragazzi provenienti da diverse parti del mondo di imparare a lavorare in una cucina professionale, cimentandosi nella realizzazione delle ricette tipiche della tradizione italiana e internazionale con un pizzico di innovazione. Il corso di cucina è solo uno dei numerosi interventi di imprenditoria sociale che caratterizzano “I piccoli comuni del welcome”. Molte sono le “cooperative di comunità” costituitesi grazie al progetto, che offrono servizi e supporto al territorio; molti i corsi di formazione in diversi settori, che permettono di valorizzare i talenti e le inclinazioni di ciascuno; molti anche i prodotti agroalimentari e tessili che vengono realizzati e commercializzati, generando un sistema di economia solidale e sostenibile.

    Per saperne di più, è possibile consultare il blog di progetto su:

    esperienzeconilsud.it/ipiccolicomunidelwelcome/

    Il 9 maggio si celebra la Giornata dell'Europa 2021

    Oggi, 9 maggio, si celebra la Giornata dell'Europa 2021, sui social con l'hashtag ufficiale #EuropaDay. “Abbiamo bisogno di un'Unione europea forte ed efficace, un'Unione Europea che sia leader globale nella transizione verso uno sviluppo sostenibile, climaticamente neutrale e trainato dal digitale” ha scritto nella lettera ai cittadini europei il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, proeguendo così: “Occorre un'Unione Europea nella quale ci possiamo tutti identificare certi di aver fatto tutto il possibile a beneficio delle generazioni future. Insieme possiamo raggiungere quest'obiettivo”.

    Il giorno europeo o festa dell'Europa si celebra il 9 maggio di ogni anno. Questa data ricorda il giorno del 1950 in cui vi fu la presentazione da parte di Robert Schuman del piano di cooperazione economica, ideato da Jean Monnet ed esposto nella Dichiarazione Schuman, che segna l'inizio del processo d'integrazione europea con l'obiettivo di una futura unione federale.

    In questa giornata così speciale ricordiamo allora il libro a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, uscito per Mondadori "Manuale dei diritti fondamentali e desiderabili". I diritti umani, quelli sanciti da Carte o Dichiarazioni, sono sacrosanti, inviolabili, ma non immutabili: anch'essi evolvono, e nella sensibilità collettiva se ne aggiungono di nuovi, o si arricchiscono di nuove sfaccettature. Quali sono i diritti fondamentali e desiderabili degli anni Duemila? Questo volume raccoglie il pensiero di diversi protagonisti della società, della cultura, della politica, personaggi assai diversi ma accomunati da una convinzione: che un mondo migliore sia possibile. Da Giulio Andreotti a Susanna Camusso, da Sergio Chiamparino a Cristina Mondadori, da Antonio Ricci a Cesare Romiti, gli autori riflettono su diversi temi, da quelli più classici (diritto all'istruzione, alle pene non degradanti, alla salute...) a quelli più legati ad argomenti di scottante attualità: le famiglie omosessuali, la certezza del lavoro, una televisione dignitosa, una giustizia efficiente, il rispetto del pluralismo culturale, un ambiente integro. E persino il diritto alla passione, alle emozioni, alla memoria. Alla poesia.

    Il cuore di mamme d’Italia e il loro messaggio di coraggio fino in Australia

    di Gaia Simonetti

    Cuori che si uniscono. Sono i cuori di sei mamme che, come fili, si intrecciano con forza alla vita.

    C’è il coraggio che dà voce ad un messaggio potente, ancora più forte, nel momento storico in cui stiamo vivendo.

    È quanto hanno fatto sei mamme di Firenze, Mantova e Amatrice, che hanno scritto una lettera ai figli che hanno perso, che “sono volati via”, come dicono le stesse madri.

    È stato un “viaggio, iniziato scavando nell’anima, tra le salite della vita e compiuto grazie al supporto di un alleato ritrovato come il coraggio”.

    “Il coraggio è quella luce per continuare a camminare anche quando il giorno è buio”. Ne sono convinte le mamme Gaia, Giovanna, Laura, Paola, Stefy e Stefania.

    Le loro lettere, raccolte nel libro “Lettere senza confini” (ADV Edizioni), nel giorno della festa della mamma, il 9 maggio arrivano fino in Australia.

    Le madri leggeranno un estratto dei testi dedicati ai loro angeli Elena, Filippo, Lorenzo, Mauro e Michela nell’ incontro “Mamme… senza confini fino in Australia”, che si tiene domenica 9 maggio alle 9,30 sulla pagina Facebook dell’Associazione Il sorriso di Filippo

    (https://www.facebook.com/ilsorrisodifilippo/)

    Ci sarà, dall’Australia, anche la testimonianza di Karolina Berkell-Kirk della Honeypot Film Production, a cui è arrivato il messaggio di speranza delle madri.

    È un messaggio potente che oltrepassa le distanze per raggiungere tutte le mamme del mondo. Ha tracciato la sua strada, supera gli ostacoli, non si ferma, ed alleandosi con il coraggio, è vita.

    Giornata Mondiale della Croce Rossa

    La Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, istituita l’8 maggio in occasione dell’anniversario della nascita del suo fondatore Henry Dunant, padre dell’umanitarismo moderno, quest’anno non potrà essere una festa ma la celebrazione dell’enorme sforzo dei volontari della Croce Rossa Italiana, tanto in prima linea nella lotta alla pandemia quanto in tutte le altre attività che hanno continuato a portare avanti, senza sosta. 

    Inarrestabile è stato dall’inizio della pandemia, l’operato della Croce Rossa su tutti i fronti, riuscendo ad essere come sempre “ovunque per chiunque”. Oltre all’enorme attività sul fronte del Coronavirus e l’attuale impegno nella campagna vaccinale (i centri della Croce Rossa hanno già effettuato circa 100.000 dosi di vaccino in tutta Italia e solo ad oggi stanno effettuando una media di circa 1.000 tamponi gratuiti al giorno nelle due strutture presso le Stazioni di Milano e Roma e, da maggio, in altre 9 città italiane), ha consegnato 130.000 pacchi alimentari e 32.000 buoni spesa a persone e famiglie bisognose.

    Oltre 90 Unità di Strada su tutto il territorio nazionale hanno operato in supporto delle persone senza fissa dimora a cui sono stati distribuiti più di 10.000 pasti. Non ha avuto sosta la donazione del sangue, l’attività di clownerie negli ospedali, anche a distanza. La Centrale di Risposta Nazionale ha dato ascolto e supportato oltre 160.000 richieste che, sommate all’attività dei Comitati, arriva a oltre 500.000 servizi erogati e registrati. Non è mai mancata la formazione per i volontari e le campagne dei Giovani per i corretti stili di vita e per contrastare fenomeni quali il bullismo e il cyberbullismo, in particolare nel periodo della DAD. 

    “Tutto questo si traduce in un numero impressionante: oltre un milione e mezzo di giorni di volontariato in un anno. Siamo ancora nel mezzo della pandemia e non possiamo certo festeggiare, ma celebrare questa straordinaria risposta umana nella difficoltà sì, perché da questo spirito scaturisce la ripartenza”, ha detto Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. 

    Festa della mamma e Airc

    Domenica 9 maggio, la Festa della mamma, è anche il giorno dedicato alla lotta contro il cancro grazie alla Fondazione AIRC - Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, che dal 1985 si impegna a sostenere la ricerca scientifica contro un male che si può, e si deve, combattere tutti insieme.

    I volontari Airc torneranno dunque nelle piazze per distribuire l’Azalea della Ricerca a fronte di una donazione di 15 euro. L’Azalea sarà affiancata da una speciale Guida con informazioni su prevenzione, cura dei tumori e alcune facili ricette da dedicare alla mamma. Inoltre, è possibile ricevere l’azalea direttamente a casa.

    Sugar, salt & pepper - robot umanoidi per l'autismo

    “Sugar, Salt & Pepper - Robot umanoidi per l’autismo” è il laboratorio sviluppato dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, Fondazione Paideia, Jumple e Intesa Sanpaolo Innovation Center che ha l’obiettivo di mettere a sistema le competenze legate alla robotica educativa e sociale con i bisogni dei bambini e ragazzi con disabilità. 

    La sperimentazione, iniziata a fine febbraio nel contesto delle attività di Fondazione Paideia, si basa su di un laboratorio terapeutico settimanale per lo sviluppo delle autonomie nei bambini con una diagnosi di disturbo dello spettro autistico (Livello 1 di supporto DSM 5), attraverso l’utilizzo del robot umanoide Pepper fornito da Intesa Sanpaolo Innovation Center. Per la realizzazione del laboratorio, la società del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata all’innovazione e alla ricerca applicata contribuisce inoltre alla definizione e allo sviluppo degli scenari che vengono proposti durante le sessioni, mettendo a disposizione il know-how acquisito con l’utilizzo di Pepper in diversi contesti. 

    Nelle attività di laboratorio – che attualmente coinvolgono quattro ragazzi dagli 11 ai 14 anni – vengono osservati e analizzati gli scambi e le interazioni in un contesto riabilitativo, con un focus sul linguaggio, la comunicazione, le emozioni e il potenziamento delle abilità sociali. Il tutto avviene utilizzando il robot Pepper come assistente degli operatori - psicologi, neuropsicomotricisti, educatori, logopedisti - mentre seguono le attività in cui sono autonomamente impegnati i ragazzi.

    Il laboratorio si sviluppa intorno a un contesto realizzato dai terapeuti che ha l’obiettivo di migliorare le capacità di interazione e le competenze motorie (coordinazione oculo-manuale, pianificazione ideo-motoria e controllo esecutivo) e gestionali dei bambini nelle principali attività della vita quotidiana, come la preparazione della merenda, la gestione della cucina e il controllo dei compiti scolastici. Il setting individuato permette di ricreare il più possibile una situazione ambientale generalizzabile e simile ai contesti di vita dei ragazzi. In questo scenario il robot Pepper, pur facendo da spalla all’operatore, risulta essere uno strumento motivante e in grado di tarare le attività a seconda delle risposte e dei risultati ottenuti dai ragazzi. L’attività consente inoltre di poter osservare in maniera puntuale dati ambientali o interpersonali dei soggetti coinvolti e di approfondire meglio il profilo di ogni bambino analizzando il contatto visivo, le iniziative di comunicazione, le richieste di aiuto, gli stati emotivi e le preferenze: tutte caratteristiche che prima venivano registrate in modo soggettivo.

    Per poter raggiungere questi risultati innovativi, i ricercatori e le ricercatrici del Dipartimento di Informatica di UniTo stanno lavorando per arricchire il robot Pepper con il supporto di molteplici strumenti esterni di intelligenza artificiale come il tracker oculare e il rilevamento di emozioni, al fine di poter migliorare la capacità del robot di adattarsi ed essere adattato al contesto terapeutico e alle reazioni dei ragazzi.

    L’utilizzo dei robot sociali – come evidenziato dalla letteratura di riferimento – può rappresentare uno stimolo utile e attrattivo nel rapporto con bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico, che possono trovare in Pepper un soggetto “facilitatore” per la relazione con gli operatori, verso cui dovranno essere poi gradualmente direzionate le azioni comunicative. 

    “L'innovatività del progetto risiede nel particolare contesto di utilizzo di Pepper, ossia accogliere i bambini per lavorare sulla formazione della loro autonomia”, spiega la Professoressa Cristina Gena, docente del Dipartimento di Informatica e coordinatrice del progetto. “L’interesse scientifico della ricerca risiede anche nel fatto che il contesto sperimentale non è un laboratorio o un centro riabilitativo, bensì un contesto domestico e accogliente, in the wild. Pepper raramente è stato utilizzato nella terapia per l’autismo, ma il target di riferimento sono ragazzi della media inferiore, per cui l'utilizzo di robot più piccoli non sarebbe stato appropriato.”

    “Sugar, Salt & Pepper” – racconta Fabrizio Serra, direttore della Fondazione Paideia – “è l’insieme degli ingredienti che abbiamo scelto per dare vita a questo progetto. Sugar è il pizzico di zucchero che mettiamo nel nostro lavoro, che si accompagna alla nostra competenza professionale, Salt è la fatica dell’altro che può addolcirsi in compagnia dello zucchero, mentre Pepper, il nome del robot che ci accompagna nella sperimentazione, è l’ingrediente che dà un sapore particolare al tutto. Fatta questa premessa di ‘significato’, siamo felici di mettere a disposizione le nostre competenze per questa sperimentazione innovativa, che speriamo possa permettere ai ragazzi partecipanti di migliorare le abilità di socializzazione e potenziare l’acquisizione di strategie utili nella vita di tutti i giorni”.

    “L’esperienza che abbiamo maturato in questi anni in Intesa Sanpaolo Innovation Center nell’ambito della robotica umanoide ci ha permesso di comprendere la maturità, lo stato dell’arte e l’evoluzione di questa tecnologia” – afferma Luigi Ruggerone, Responsabile Trend Analysis and Applied Research di Intesa Sanpaolo Innovation Center. “Oggi siamo maggiormente consapevoli circa i contesti nei quali può essere utilmente applicata e come può contribuire a migliorare le nostre vite. Il laboratorio ‘Sugar, Salt & Pepper’, sviluppato insieme a Paideia e all’Università di Torino, ricade proprio in questo tipo di scenario e incarna perfettamente l’idea di innovazione del team Applied Research dell’Innovation Center, vale a dire l’applicazione di tecnologie di frontiera, come la robotica e l’intelligenza artificiale, a contesti reali. Nel fare questo, insieme ai nostri partner scientifici e sociali sviluppiamo soluzioni mirate a supporto dello svolgimento di attività ben individuate, con la consapevolezza che solo l’esperienza sul campo, supportata dalla conoscenza scientifica specialistica, può indirizzare al meglio l’applicazione dell’innovazione. Il nostro auspicio, sostenuto anche dagli incoraggianti risultati ottenuti, è che questo laboratorio possa contribuire fin da subito a migliorare le vite dei partecipanti e delle loro famiglie e che possa dare inizio a un percorso che in futuro porti a soluzioni sempre più efficaci.”

    Page 1 of 103

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.