AngeliPress

    AngeliPress

    Unesco e Ministero Ambiente insieme per salvaguardare il Pianeta

    Lo scorso 1° dicembre è stata firmata l’intesa tra il Ministero dell’Ambiente e l’Unesco al fine di istituire un programma a sostegno delle aree tutelate e i territori riconosciuti per il loro valore naturalistico. L’iniziativa si chiama “Unesco International Environmental Experts Network” e sarà presentata al prossimo G20.

    “Coniugare la biodiversità e la cultura – ha affermato il ministro Costa – è fondamentale per tutelare la vita del pianeta. L’Italia sarà sempre al fianco dell’Unesco: i temi di questa intesa sono fondamentali per costruire una nuova alleanza planetaria. Il nostro Paese ci crede e porterà questa iniziativa al prossimo G20, che presiederà nel 2021, come strumento operativo avviato nei territori di eccellenza selezionati dall’Unesco”.

    Il nuovo programma dell’Unesco consentirà di far lavorare all’unisono biologi, geologi, forestali, naturalisti, educatori e formatori, manager di parchi e aree naturali protette, autorità locali, Ong, portatori d’interesse e così via. Al momento l’Unesco ha riconosciuto sull’intero Pianeta 252 siti Patrimonio Mondiale per criteri naturali in oltre 100 paesi, 161 Geoparchi in 44 paesi, 714 riserve della biosfera in 129 paesi – di cui 21 siti a carattere transfrontaliero – oltre a diversi elementi del cd patrimonio immateriale riconosciuti in aree protette e parchi nazionali, come il Cilento e l’Isola di Pantelleria in Italia ad esempio. Il progetto prevederà la nascita di una rete di cosiddetti “caschi verdi” per realizzare iniziative di collaborazione internazionale a tutela e salvaguardia ambientale e di contrastare gli effetti derivanti
    dai cambiamenti climatici in aree di pregio naturalistico riconosciute dall’Unesco.

    https://www.minambiente.it/comunicati/ambiente-intesa-minambiente-e-unesco-prima-rete-internazionale-di-esperti-ambientali

    A cura di Simone Riga

    Il cinema dei movimenti

    Mercoledì 9 e giovedì 10 dicembrea partire dalle ore 15:00, andrà in onda in diretta streaming la rassegna IL CINEMA DEI MOVIMENTI, che concentra il suo sguardo su tutti quei quei momenti collettivi a carattere politico-sociale che nel corso degli ultimi decenni hanno coinvolto migliaia di persone e sono stati documentati dalla macchina da presa e ricreati in opere filmiche. Si analizzeranno, tra gli altri, i movimenti per la pace, il G8 di Genova, i “girotondi”, il movimento delle donne, fino all'attuale movimento Fridays for future, per l'ambiente e per la salvezza del pianeta. 

    L'iniziativa è organizzata dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e Fondazione Gramsci in collaborazione con Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, Casa del Cinema di Roma,  Istituto Luce Cinecittà, Sapienza Università di Roma e Università Roma Tre.

    Tutte le proiezioni e tutti gli incontri saranno visibili sulla pagina facebook dell’AAMOD e della Fondazione Gramsci (https://www.facebook.com/archivioaamod - https://www.facebook.com/fondazionegramsci)  e sul canale Youtube dell’AAMOD (https://www.youtube.com/user/AAMODAAMOD)

    Di seguito il programma. Buona visione!

    Mercoledì 9 dicembre 2020 

    Vincenzo Vita, Presidente AAMOD, Saluti e presentazione iniziativa

    Coordinamento Aurora Palandrani

    Proiezione Biùtiful Cauntri, (1h19'- 2017) di Andrea D'Ambrosio, Esmeralda Calabria, Giuseppe Ruggiero. Colloquio dei registi con Giovanni Spagnoletti 

    Proiezione di Omelia contadina (8' -2020), di Alice Rohrwacher

    Colloquio della regista con Giovanni Spagnoletti 

    Proiezione La strada dei Samouni (2h'8- 2018), di Stefano Savona

    Colloquio del regista con Alma Mileto

    Introduzione di Pietro Montani
    Presentazione di Daniele Vicari

    Proiezione Diaz, non pulite questo sangue (2h 7'- 2012) di Daniele Vicari

    **********

    Giovedì 10 dicembre 2020

    Vincenzo Vita, Presidente AAMOD, Saluti e presentazione seconda giornata

    Coordinamento Paola Scarnati

    Proiezione Resistencia en la linea negra (1h3' – 2011), di Amado Villafana Chaparro-Inedito, sottotitolato in italiano a cura di Manuel Eduardo Valiente Quevedo

    Colloquio del curatore con Marco Maria Gazzano 

    Proiezione Notti scomode: Flaminio (30'-2020), di Lorenzo Vitrone

    Colloquio di Dario Cecchi con il regista e il responsabile della sezione-video di Scomodo Daniele Gennaioli 

    Proiezione Femminismo! (52' - 2016) di Paola Columba

    Colloquio della regista con Maria Jovine 

    Proiezione Placido Rizzotto (1h’40 – 2000), di Pasquale Scimeca

    Colloquio con Emiliano Morreale

    Proiezione Va pensiero, storie ambulanti (52’- 2009), di Dagmawi Ymer

    Là-bas, educazione criminale (1h’38), di Guido Lombardi 

    Colloquio dei registi con Ermanno Taviani

    Giornata Mondiale dei Diritti Umani del 10 dicembre

    In occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani del 10 dicembre, RFK Italia organizza “La Notte dei Diritti Umani”, un evento digitale gratuito per celebrare, insieme, questa ricorrenza così importante.  
     
    Durante la serata, con inizio alle ore 19.00, verranno presentati i progetti realizzati nel corso dell’anno dalla nostra associazione per l'emergenza Covid, e verrà consegnato il RFK Italia Award 2020 a Caritas Ambrosiana, Croce Rossa Italiana – Comitato di Firenze e alla Fondazione Ospedale Bambino Gesù, tre importanti realtà con le quali abbiamo avviato progetti di collaborazione e che si sono distinte per il loro concreto contributo alle comunità per affrontare l'emergenza sanitaria, sociale ed economica.
     
    In un'occasione cosi importante i Cameristi della Scala hanno deciso di offrire un concerto con la partecipazione straordinaria di Daniela Pini - Contralto e Francesco Manara - Primo Violino Solista dell'Orchestra del Teatro alla Scala. I Maestri suoneranno alcuni dei più grandi capolavori del repertorio musicale, dal Settecento ai giorni nostri.
     
    Potrete seguire l'evento in diretta su www.rfkitalia.org o sulla nostra pagina Facebook RFK Italia (www.facebook.com/RFKItalia). 

    La pandemia dei dati. Ecco il vaccino

    Il libro, uscito a novembre per Mondadori, è stato scritto da Armando Massarenti e Antonietta Mira.

    La pandemia dei dati è, come ogni pandemia, terribilmente infettiva, forse letale. Ha inondato le nostre vite in occasione dell'emergenza Covid-19 con tabelle, grafici, proiezioni statistiche, ma già da tempo, senza che quasi ce ne accorgessimo, viviamo immersi nei dati. Come riuscire a stare a galla? Come salvarci da questa invasione di numeri? E come ritrovare proprio attraverso i numeri il senso dell'orientamento? Questo libro vi fornirà il vaccino contro la pandemia dei dati. E, una volta vaccinati, sarete in grado di vincere le altre sfide del digitale grazie ad anticorpi che vi faranno sentire al sicuro. Anticorpi culturali, naturalmente, il cui ingrediente fondamentale è il pensiero critico, una scatola degli attrezzi che comprende i concetti di base del ragionamento probabilistico. Il libro, evitando il più possibile tecnicismi, fornisce questi strumenti di navigazione, e si rivolge al lettore cui sta a cuore il bene più prezioso per i cittadini del nostro tempo: la capacità di pensare con la propria testa.

    Contributo alla statistica, Wisława Szymborska 

    Su cento persone:

    che ne sanno sempre più degli altri

    - cinquantadue;

    insicuri a ogni passo

    - quasi tutti gli altri;

    pronti ad aiutare,

    purché la cosa non duri molto

    - ben quarantanove;

    buoni sempre,

    perché non sanno fare altrimenti

    - quattro, be’, forse cinque;

    propensi ad ammirare senza invidia

    - diciotto;

    viventi con la continua paura

    di qualcuno o qualcosa

    - settantasette;

    dotati per la felicità,

    - al massimo poco più di venti;

    innocui singolarmente,

    che imbarbariscono nella folla

    - di sicuro più della metà;

    crudeli,

    se costretti dalle circostanze

    - è meglio non saperlo

    neppure approssimativamente;

    quelli col senno di poi

    - non molti di più  

    di quelli col senno di prima;

    che dalla vita prendono solo cose

    - quaranta,

    anche se vorrei sbagliarmi;

    ripiegati, dolenti

    e senza torcia nel buio

    - ottantatré

    prima o poi;

    degni di compassione

    - novantanove;

    mortali

    - cento su cento.

    Numero al momento invariato

    . . . . .

    La statistica, Trilussa

    Sai ched'è la statistica? È na' cosa

    che serve pe fà un conto in generale

    de la gente che nasce, che sta male,

    che more, che va in carcere e che spósa.

    Ma pè me la statistica curiosa

    è dove c'entra la percentuale,

    pè via che, lì, la media è sempre eguale

    puro co' la persona bisognosa.

    Me spiego: da li conti che se fanno

    seconno le statistiche d'adesso

    risurta che te tocca un pollo all'anno:

    e, se nun entra nelle spese tue,

    t'entra ne la statistica lo stesso

    perch'è c'è un antro che ne magna due.

    Asperger Film Festival online dal 7 al 13 dicembre

    Dal 7 al 13 dicembre sarà disponibile gratuitamente online l’Asperger Film Festival (piano B). Giunto alla sua ottava edizione, il festival propone cortometraggi divisi in tre sezioni competitive: Animazione, Italiani, Internazionali e una vetrina dedicata alla neurodiversità.

    Per assistere alle proiezioni è sufficiente registrarsi gratuitamente al sito www.asfilmfestival.it, per avere accesso a tutte le opere in concorso che saranno visibili fino al 13 dicembre.

    AS Film Festival è ideato ed organizzato dall’associazione Not Equal con il sostegno della Regione Lazio, del MiBACT – Direzione Generale Cinema e del Municipio II del Comune di Roma, con il patrocinio di Rai per il Sociale e la mediapartnership di Rai Play e Rai Movie.

    Sito Ufficiale: www.asfilmfestival.it

    Milioni di persone nel Sud del Madagascar minacciate da fame e siccità

    Il sud del Madagascar si trova nella morsa di una catastrofe umanitaria, con 1,5 milioni di persone, la metà della popolazione, che ha immediato bisogno di assistenza alimentare d’emergenza. È l’allarme lanciato oggi dall’agenzia ONU World Food Programme (WFP) che sottolinea come tre anni consecutivi di siccità abbiano distrutto i raccolti e ostacolato l’accesso al cilbo delle persone, con il Covid-19 che aggrava le sofferenze.

    Sono soprattutto donne e bambini a soffrire condizioni di fame a livelli di ‘crisi’ o di ‘emergenza’, e il loro numero è triplicato rispetto alle previsioni di metà anno.

    Dei dieci distretti maggiormente colpiti, l’epicento è a Amboasary; le famiglie a malapena riescono a mettere insieme qualcosa da mangiare, spesso facendo ricorso a manghi e tamarindi come unica fonte alimentare. Le madri non riescono più ad allattare e sono costrette a nutrire i propri bambini con acqua, anch’essa scarsa. Una verifica del WFP dello scorso mese in Amboasary ha rilevato come tre bambini su quattro avessero abbandonato la scuola, in gran parte per aiutare i genitori a trovare cibo.

    “La fame e la malnutrizione che stiamo vedendo è il risultato di tre anni di mancati raccolti. Le famiglie in queste aree colpite dalla siccità stanno adottando delle misure disperate semplicemente per sopravvivere, vendendo beni preziosi come il bestiame, attrezzi agricoli e utensili di cucina”, ha detto Moumini Ouedraogo, Rappresentante WFP in Madagascar.

    Ad ottobre, il WFP ha cominciato a inviare lenticchie, sorgo, olio fortificato e riso per 320.000 persone in stato di grave insicurezza alimentare nei 10 distretti più colpiti, con pasti caldi per bambini ed anziani malnutriti ad Amboasary. Tuttavia, a causa della mancanza di finanziamenti adeguati, l’assistenza alimentare non riesce a tenere il passo con la crescita dei bisogni.

    “La situazione nel sud richiede una risposta urgente. Le persone non hanno nulla da mangiare e dobbiamo aiutarli prima che sia troppo tardi. Ma per farlo, serve il sostegno urgente dei donatori ora”, ha aggiunto Ouedraogo.

    Il WFP ha bisogno di 37,5 milioni di dollari per ampliare rapidamente la sua risposta ed evitare che i tassi di malnutrizione infantile, già tra i più alti nel mondo, peggiorino ancora. Attraverso distribuzioni di cibo e di contante e prevenzione della malnutrizione, il WFP prevede di raggiungere 891.000 persone fino a giugno prossimo. Verranno anche implementati programmi di alimentazione scolastica di emergenza, così che i bambini possano continuare a studiare, attività essenziale per un futuro migliore.

    Con le risorse attualmente disponibili, tuttavia, il WFP può solo raggiungere circa mezzo milione di persone fino a dicembre.

    Quest’ultimo picco di fame sottolinea l’entità dell’insicurezza alimentare in tutto il Madagascar, dove quasi la metà dei bambini al di sotto dei cinque anni è cronicamente malnutrita, o soffre di deficit di sviluppo, situazione che può compromettere irreversibilmente lo sviluppo di menti e corpi.

    CON SOS VILLAGGI DEI BAMBINI IL REGALO Dl NATALE 2020 E' SOLIDALE E ONLINE

    Per un gradito pensiero ad amici o parenti, SOS Villaggi dei Bambini suggerisce un regalo solidale da mettere sotto l'albero di Natale, un modo per rendere felice chi lo riceve e al contempo far giungere un supporto concreto ai 500 bambini accolti nei 6 Villaggi SOS in Italia. 

    Per gli amanti del buon cibo c'è la Eat me Box, con prodotti gastronomici dolci o salati che accontentano i gusti di tutti. Per gli appassionati di musica, è possibile donare qualcosa di speciale che fa anche del bene, scegliendo tra i quattro concerti di musica classica trasmessi online da location esclusive, in collaborazione con l'associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano. 

    Nonostante la paura della pandemia, le restrizioni delle libertà personali e il rischio di non poter vedere gli affetti più cari, gli italiani non vogliono rinunciare all'atmosfera magica del Natale: alberi addobbati, ghirlande da appendere alla porta, luci colorate faranno ancora bella mostra di sé nelle nostre case. Senza dubbio il Natale che stiamo per festeggiare si annuncia all'insegna della sobrietà e per i regali la tendenza è verso acquisti che migliorino la quotidianità, che proprio a causa dell'emergenza Covid-19 ci vedrà trascorrere ancora molto tempo in casa. 

    E allora SOS Villaggi dei Bambini propone un regalo solidale, acquistabile online, che permetterà di fare felice sia chi lo riceve, sia i tanti bambini e ragazzi sostenuti dall'Organizzazione. Tra le proposte non può mancare quella gastronomica con la Eat Me Box, un goloso regalo con prodotti freschi e materie prime di altissima qualità che può essere recapitato direttamente a casa, a Roma o a Milano. Tre le varianti: abbiamo la Hot Choco Kit (http://regali.sosvillaggideibambini.org/prodotto/hot-choco-kit-natale/), un vero e proprio "kit di sopravvivenza” per le giornate fredde e uggiose, composto da un preparato per cioccolata calda, candy cane, lecca-lecca, meringhe assortite, marshmallow, un barattolo con mini marshmallow e un altro con toffee bites, mini amaretti, caramelline xmas, biscottini a forma di alberello di Natale con cioccolato bianco e cioccolato amaro e la pallina di natale di SOS Villaggi dei Bambini; la box Santa Claus is coming to home (http://regali.sosvillaggideibambini.org/prodotto/box-dolce-salato/), composta da un panettone mignon con gocce di cioccolato, un pandoro tradizionale realizzati dai Maestri Pasticceri Borsari, un biscotto pan di zenzero decorato, biscottini a forma di alberello di Natale con cioccolato bianco e cioccolato amaro, cioccolato fondente con mandorle a scaglie, candy cane, mini marshmallow Merry Christmas, taralli al pistacchio di Bronte, taralli alla curcuma e pepe, fave piccanti, wasabi, noci e l'immancabile pallina di Natale di SOS Villaggi dei Bambini da appendere all'albero; infine la terza e ultima box gastronomica è pensata per chi preferisce il salato e si chiama Happy Christmas (http://regali.sosvillaggideibambini.org/prodotto/box-salata-aperitivo/), al suo interno troviamo taralli al pistacchio di Bronte, i diamantini - biscotti salati perfetti per un aperitivo o per il buffet del pranzo di Natale - frollini con pomodori secchi e olive, fave piccanti, taralli alla curcuma e pepe, wasabi, noci, una mini bottiglia di prosecco della Cantina La Tordera, candy cane e la pallina di Natale di SOS Villaggi dei Bambini.

    Tutte le Eat me Box si possono ordinare sul sito http://regali.sosvillaggideibambini.org/eat-box/ entro e non oltre il 14 dicembre. La consegna sarà gratuita e verrà effettuata entro il 23 dicembre solo a Roma e a Milano.

    Se poi a Natale si vuole fare un regalo veramente esclusivo, SOS Villaggi dei Bambini insieme all'associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano propongono come regalo quattro concerti di musica classica trasmessi online.

    Si comincia giovedì 3 dicembre, alle ore 18.30, con Fantasiestüke, concerto del violoncellista Marco Mauro Moruzzi e del pianista Denis Malakhov, registrato prima della pandemia, su musiche di Robert Schumann e Johannes Brahms. Per acquistare il biglietto e aiutare con una piccola donazione SOS Villaggi dei Bambini basta collegarsi al sito www.sositalia.it/3dicembre

    Mercoledì 9 dicembre alle ore 18.30 sarà la volta di Amor Di PoetaCome location è stata scelta la stessa sede dell'associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano. Nella prima parte, il tenore Liu Jiarui, canterà i Dichterliebe di Robert Schumann, accompagnato al pianoforte da Muriel Grifó, nella seconda parte del concerto la violinista Maria Ciavatta allieterà il pubblico con la Sonata di Edvard Grieg. Il biglietto è acquistabile su www.sositalia.it/9dicembre.

    Il terzo appuntamento con la musica classica è mercoledì 16 dicembre alle ore 18.30 con Cantando Amor. Trasmesso dal Santuario dell'Ortica di Milano, il mezzosoprano Elsa Biscari, accompagnato alla tiorba dal musicista Carlo D'Ariano proporrà un concerto di musiche di Johann Kapsberger, Giulio Caccini, Claudio Monteverdi, Niccolò Piccinini, Barbara Strozzi e Tarquinio Merula. Per assistere al concerto e donare, basta collegarsi su www.sositalia.it/16dicembre

    Il ciclo di concerti si chiude mercoledì 23 dicembre alle ore 18.30 con gli Auguri musicali dall'Opera Nazionale dell'Estonia, situata nel cuore di Tallin. Il soprano Ille Saar e il baritono Aare Saal insieme alla pianista Pille Saar eseguiranno arie e duetti tratte dalle più celebri opere di Giuseppe Verdi. Il concerto può essere acquistato andando al link www.sositalia.it/23dicembre

    Scuola, tre giorni di studio su didattica e territorio

    Il 10-11-14 dicembre, le giornate di orientamento per docenti e dirigenti scolastici

    Il Movimento delle Piccole Scuole di Indire, in occasione delle giornate di orientamento del 10, 11 e 14 dicembre, presenta “La piccola scuola elbana come scuola della comunità”, il progetto nato da una collaborazione scientifica tra Indire e la Regione Toscana. L’iniziativa, che si basa su una visione culturale di piccola scuola come “community school” diffusa sul territorio, prevede una serie di webinar, tenuti dai ricercatori Indire, rivolti non solo alle scuole elbane, ma a tutti i docenti e dirigenti scolastici del Movimento delle Piccole Scuole Indire.

    Durante la tre giorni on line, verranno proposte le metodologie che sono alla base del processo di formazione e accompagnamento per le piccole scuole elbane e che ruotano attorno al modello di “Ambiente di Apprendimento Allargato”, alla valorizzazione delle ARTI nel curricolo tramite formule di “Teatro di comunità”, e a soluzioni nella didattica disciplinare delle STEAM tramite il Bifocal modeling. Durante gli incontri online, i ricercatori di Indire presenteranno la metodologia e condivideranno le linee guida e casi esplicativi.

    I webinar, che si terranno dalle ore 16,30 alle 18,30, saranno un’opportunità per tutti i docenti e dirigenti scolastici, di acquisire una conoscenza più approfondita sui contenuti portati avanti dal Movimento delle Piccole Scuole e, al contempo, di poter orientare la costituzione di gruppi di interesse sulle tematiche proposte dai ricercatori Indire, per innescare i processi di innovazione nella piccola scuola.

    Il programma prevede i seguenti incontri online:

    - il 10 dicembre, “Dal reale al virtuale. Strategie per ampliare l'ambiente di apprendimento”, a cura di Giuseppina Cannella in collaborazione con le piccole scuole del Movimento.

    - l’11 dicembre, “Metodologia Bifocal con la Serra Idroponica DIY”, a cura di Lorenzo Guasti, in collaborazione con Tamar Furhaman (Columbia University New York), Micol Chiarantini e Luca Bassani.

    - il 14 dicembre, “Il teatro-educazione fra scuola a comunità”, a cura di Marco Morandi e Claudia Chellini.

    Colletta alimentare: donati 3 milioni di pasti, si prosegue fino al 10 dicembre

    Prosegue la storica iniziativa del Banco Alimentare giunta alla 24° edizione. Si possono ancora acquistare le “gift card” da 2 ,5, 10 euro nei supermercati aderenti oppure fare la spesa online su Amazon e Esselunga.

    Nei primi dieci giorni della Colletta Alimentare sono state raccolte 1.500 tonnellate di alimenti, pari a 3 milioni di pasti, che nei prossimi mesi verranno consegnati alle
    persone in difficoltà attraverso la rete di 8.000 strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare, che aiutano 2.100.000 persone in Italia. Fino all’8 dicembre sarà possibile continuare a donare nelle nuove modalità, rese necessarie dall’attuale situazione sanitaria, ovvero attraverso le “gift card” da due, cinque e dieci euro
    disponibili presso le casse dei supermercati aderenti o facendo la spesa online sul sito www.esselungaacasa.it, mentre su www.amazon.it/bancoalimentare sarà disponibile fino al 10 dicembre.

    Il valore complessivo di tutte le card sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e
    altri prodotti utili. Tutto sarà consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare e distribuito in seguito con le consuete modalità. “I risultati ottenuti finora dalla Colletta Alimentare - afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus - sono il segno che la pandemia non ferma la solidarietà, che riesce ad esprimersi seppur in una forma diversa dal passato. Non era possibile replicare la modalità degli scorsi anni e ci siamo organizzati di conseguenza. In questo anno così tragico il numero delle persone che hanno bisogno di aiuto alimentare è aumentato del 40%. Parliamo di persone che in molti casi non avevano mai chiesto aiuto prima d’ora e si sono trovate improvvisamente senza lavoro e senza risparmi. La situazione non migliorerà a breve, anzi, ci aspettano mesi complicati in cui molti conteranno sul nostro sostegno per andare avanti e noi dovremo farci trovare pronti. Per questo facciamo appello alla generosità, abbiamo ancora bisogno dell’aiuto di tutti e la Colletta Alimentare è un gesto semplice, ma molto importante per stare accanto a chi ha bisogno.”

    Per informazioni sull’iniziativa e per consultare i punti vendita aderenti visita il sito www.collettaalimentare.it

    Il 10 dicembre si terrà il webinar: “Reset con Covid"

    Il 10 dicembre si terrà il webinar: “Reset con Covid: Informazione, Ambiente, Pandemia, Pregiudizi” in occasione del XIII Premio “Nostalgia di Futuro – Giovanni Giovannini.


    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.