AngeliPress

    AngeliPress

    Il libro della settimana: “Il filo della matassa”, di Masal Pas Bagdadi

    A fine gennaio 2021 esce il nuovo libro di Masal Pas Bagdadi “Il filo della matassa” per le edizioni Salomone Belforte. Di seguito un riassunto della quarta di copertina “In questo libro Masal riflette sul significato della propria vita con tenerezza e nostalgia. La narrazione si snoda tra sogno, passato e presente, immaginando un futuro di speranza. La facilità con cui il lettore può rispecchiarsi nelle parole dell’autrice rende i protagonisti vivi e tocca in modo naturale le esperienze umane di piccoli e grandi”.

    Il Cardinale Bassetti ai media CEI: Tempo di incertezza e di speranza

    Il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Cardinale Gualtiero Bassetti, è tornato a Roma in questi giorni nel suo ufficio, dopo essersi rimesso dalla malattia per il COVID-19. Tra i primi appuntamenti, un colloquio con i direttori dei media CEI per esprimere, simbolicamente a tutti gli organi d’informazione, gratitudine per la vicinanza e l’attenzione dimostrate durante il ricovero. Conversando con loro il Cardinale Presidente si è soffermato sull’attualità italiana:

    «Sono ore d’incertezza per il nostro Paese. In questo momento guardiamo con fiducia al Presidente della Repubblica che con saggezza saprà indicare la strada meno impervia. Trovo un forte stimolo nelle parole pronunciate proprio dal Presidente Mattarella nel messaggio di fine anno: “Non viviamo in una parentesi della storia. Questo è tempo di costruttori”. Aggiungo: questo è anche tempo di speranza! Ci attendono mesi difficili in cui ricostruire le nostre comunità. Per questo, lo sguardo deve puntare a uscire dall’emergenza sanitaria e alle fondamenta di una nuova stagione che non lasci indietro nessuno».

    Giorno della Memoria: tra i fautori anche Piero Melograni

    Legge 20 luglio 2000, n. 211

    "Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti"

    pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000

    Art. 1.

    1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

    Art. 2.

    1. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.

    Giorno della Memoria 2021: la programmazione del Polo del '900 fino al 9 febbraio

    Giorno della Memoria 2021. Il 27 gennaio è una data fondamentale nel calendario civile e da sempre rappresenta per il Polo del ‘900 e per i suoi Enti partner un momento importante per affermare il proprio ruolo di presidio civile e la propria funzione di centro culturale al servizio della cittadinanza.

    Programma per il Giorno della Memoria 2021:

    Lunedì 18 gennaio, ore 18.00 | Online sul canale YouTube del Centro studi Piero Gobetti
    La memoria rende liberi. Omaggio a Liliana Segre. Reading a cura di Mariachiara Borsa e Pietro Polito a partire dal volume La memoria rende liberi. La vita spezzata di una bambina nella Shoah, a cura di Enrico Mentana

    Mercoledì 20 gennaio | Online sui siti del Museo diffuso della Resistenza e del Consiglio Regionale del Piemonte
    Che cosa sono le Pietre d’inciampo? Una clip video per raccontare l’idea progettuale della forma di arte pubblica realizzata dall’artista tedesco Gunter Demnig, i suoi sviluppi nel panorama continentale, il progetto torinese e il parallelo progetto didattico che vede ogni anno la partecipazione degli studenti di alcuni istituti scolastici torinesi.

    Lunedì 25 gennaio, ore 10.00 | Online su Streen.org
    Cineteca della Deportazione. L’Ancr propone la visione di un cortometraggio Brundibár – Il teatro per la libertà  (Premio Filmare la storia 17) realizzato dalla classe V A dell’ IPSSAR “G. Marchitelli” di Villa Santa Maria (CH) Abruzzo, (2019, 13’01”) e del film documentario Theresienstadt, la città che Hitler regalò agli ebrei, a cura di Michele Bongiorno con la regia di Jan Ronca (2004, dur. 50’). Consigliato per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Proiezione online gratuita con prenotazione obbligatoria – info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 4380111

    Martedì 26 gennaio, ore 9.00 e 11.30 | Online
    Il Giorno della Memoria tra cinema e storia. Il percorso didattico, riservato alle scuole primarie, prevede un Laboratorio Sulle Pietre D’inciampo (in modalità DDI su prenotazione) a cura del Museo Diffuso della Resistenza, e la proiezione gratuita in streaming del film Il Grande Dittatore a cura del Museo del Cinema. Costo laboratorio sulle pietre d’inciampo a cura del Museo della Resistenza: € 60 a classe. Info e prenotazioni: Museo del Cinema This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 8138516. Museo della Resistenza This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 01101120788

    Martedì 26 gennaio, ore 10.00 | Online su Streen.org
    Cineteca della Deportazione. L’Ancr propone la visione del film Austerlizt di Sergei Loznitsa (Germania 2016, dur. 93’). Consigliato per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Proiezione online gratuita con prenotazione obbligatoria – info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 4380111

    Martedì 26 gennaio , ore 18.00 | Online
    Dai campi di calcio ad Auschwitz. Presentazione del volume di Gianni Cerutti, L’allenatore ad Auschwitz. Árpád Weisz: dai campi di calcio italiani al lager, nell’ambito del progetto integrato Sfide sconfinate.  A cura di Istoreto e Unione Culturale

    Mercoledì 27 gennaio, ore 9.00  e 12.15 | Online
    Il Giorno della Memoria tra cinema e storia. Il percorso didattico, riservato alle scuole secondarie di II grado, prevede un Laboratorio Sulle Pietre D’inciampo (in modalità DDI su prenotazione) a cura del Museo Diffuso della Resistenza, e la proiezione gratuita in streaming del film Il Grande Dittatore a cura del Museo del Cinema. Costo laboratorio sulle pietre d’inciampo a cura del Museo della Resistenza: € 60 a classe. Info e prenotazioni: Museo del Cinema This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 8138516
    Museo della Resistenza This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 01101120788

    Mercoledì 27 gennaio,  dalle ore 9.30 | partenza da Corso Vercelli 121- via Bava 43 –via Parma 24 – via Campana 19 – corso Matteotti 53 – via Cibrario 104 – corso Regina Margherita 128 (posa pubblica intorno alle ore 15.00)
    Posa delle Pietre d’inciampo 2021.  Quest’anno, per la prima volta dal 2015, non sarà presente Gunter Demnig per installare gli Stolpersteine a causa delle limitazioni legate alla pandemia. Le Pietre verranno posate nella città di Torino proprio nel Giorno della Memoria grazie alla collaborazione della squadra tecnica del Comune. Se la normativa lo permetterà, saranno presenti i richiedenti delle installazioni, una delegazione di studenti per ogni classe partecipante al progetto omonimo e le Autorità per la posa pubblica. Alle pose pubbliche possono partecipare i cittadini e gli studenti previo rispetto delle norme di distanziamento sociale in vigore e dell’utilizzo dei DPI.
    Info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 01120783

    Mercoledì 27 gennaio, ore 10.00 | Online su Streen.org
    Cineteca della Deportazione. L’Ancr propone la visione di un cortometraggio #AnneFrank – Vite parallele di Sabina Fedeli e Anna Migotto. Consigliato per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Proiezione online gratuita con prenotazione obbligatoria – info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 4380111

    Mercoledì 27 gennaio, ore 18.00 | Diretta web radio dal Fondo Tullio De Mauro su Tradi Radio
    Adotta un negazionista (parte 1). L’incontro ha come protagonisti i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori che sono invitati, assieme ai loro professori, partendo dalla riflessione storica, a indagare sul significato della parola negazionismo oggi, a prendersene cura e a ridarle il suo significato originario e riflettere sulla pericolosità di questa ideologia.  A cura della Rete Italiana di Cultura Popolare in collaborazione con Fondo Tullio De Mauro, IIS Aalto Sella Lagrange, IIS Bosso Monti e Liceo Einstein. Info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

    Mercoledì 27 gennaio | Online sui canali del Polo del ‘900
    Podcast per il Giorno della Memoria per ripercorrere le vicende della persecuzione degli ebrei italiani, dalle leggi razziali al 1945 attraverso letture, musiche ed interventi autoriali a partire dal libro di Rosetta Loy, La parola ebreo.

    Mercoledì 28 gennaio, ore 9.00  e 11.30 | Online
    Il Giorno della Memoria tra cinema e storia. Il percorso didattico, riservato alle scuole secondarie di I grado, prevede un Laboratorio Sulle Pietre D’inciampo (in modalità DDI su prenotazione) a cura del Museo Diffuso della Resistenza, e la proiezione gratuita in streaming del film Il Grande Dittatore a cura del Museo del Cinema. Costo laboratorio sulle pietre d’inciampo a cura del Museo della Resistenza: € 60 a classe. Info e prenotazioni: Museo del Cinema This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 011 8138516
    Museo della Resistenza This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. – 01101120788

    Giovedì 28 gennaio, ore 17.30 | Online sui canali della Fondazione Nocentini
    In ricordo di Pensiero Acutis, ex internato militare: i suoi diari e la sua testimonianza. A cura della Fondazione Nocentini e dell’Anei – sez. Torino

    Domenica 7 febbraio , ore 18.00 | Online
    Lettura scenica Mikołajska 26 a cura di Mangrova Teatro, Beata Dudek-Davide Capostagno sulla figura di Zuzanna Ginczanka, poetessa polacca, ebrea originaria di Kiev. A cura dell’Istoreto e del Consolato Onorario della Repubblica di Polonia in Torino, in collaborazione con Comunità Ebraica di Torino, Comunità Polacca di Torino, con il sostegno del Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano

    Martedì 9 febbraio, ore 18.00 | Online sui canali del Circolo dei Lettori e del Polo del ‘900
    Vuoti di memoria. Il 27 gennaio tra istituzionalizzazione e consapevolezza con Diego Guzzi, Anna Mastromarino e Luca Rolandi.

    Roma, morto don Elvio Damoli a 88 anni: guidò la Caritas italiana

    Roma: è morto don Elvio Damoli a 88 anni: guidò la Caritas italiana. Nato a Negrar, in provincia di Verona, il 4 agosto 1932, era religioso dell’Opera don Calabria e dal 1996 al 2001 è stato direttore della Caritas italiana, raccogliendo l’eredità di monsignor Giuseppe Pasini.

    Di seguito una nota della Caritas italiana: «Don Elvio lascia a tutti il ricordo e l’esempio della sua grande capacità di ascolto, la sua ferma convinzione dell’importanza del dialogo, del confronto costante, della condivisione, di un cammino da costruire insieme, con l’apporto di tutte le Caritas, a servizio della Chiesa che è in Italia».

    Webinar: “Il progetto di Vita delle persone con disabilità durante e dopo il Covid-19”

    È in programma martedì 16 febbraio 2021, dalle ore 17:30 alle ore 19:00 (inizio collegamento alle ore 17:15), il webinar intitolato “Il progetto di Vita delle persone con disabilità durante e dopo il Covid-19”, primo di una serie di webinar organizzati da questo Servizio Nazionale dal titolo “Una crisi da non sprecare”. L'incontro prevede l’intervento del Prof. Roberto Franchini, docente del Dipartimento di Pedagogia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e sarà accessibile in lingua dei segni.

    Per poter accedere al webinar occorre rivolgersi alla segreteria di questo Servizio Nazionale (email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.; tel. 06-66398.311).

    Legge di Bilancio 2021: le misure per i disabili

    Il 30 dicembre 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo della Legge di Bilancio 2021 che riguarda anche le persone disabili, in quanto introduce numerose agevolazioni di settore.

    Superbonus, contributo madri con figli disabili, lavoratori fragili, inclusione scolastica, aumento fondi Dopo di noi, istituzione fondo per i caregiver familiari, aumento fondo per le non autosufficienze, fondo per la cura delle persone con autismo, nascita fondo contro le discriminazioni, fondo per bambini onclologici, manovra per formazione libri italiani accessibii, istituzione fondo per le demenze, nuovi parcheggi riservati alle persone con disabilità, portale per votare referendum, potenziamento servizi sociali territoriali, proroga piani terapeutici, proroga assegno di natalità, Proroga Opzione Donna e Ape Sociale, contributo alla FISH, Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, 

    Il cuore di mamme e i chilometri fatti per "donare" coraggio

    Da Firenze fino a Senigallia, in provincia di Ancona. Il cuore delle mamme fa chilometri. Due madri, Giovanna Carboni di Cerreto Guidi e Camilla Tommasi, di Montemerlo vicino a Vo,' (Padova) hanno annullato centinaia di chilometri di distanza, scrivendosi lettere. Hanno condiviso il dolore senza fine della perdita di un figlio e il coraggio di riprendersi la vita. È nato da una storia vera, il libro " Il filo sottile del coraggio" (Maria Pacini Fazzi Editore) curato da Gaia Simonetti dell'Area Comunicazione Lega Pro. Il volume, che nasce per traguardi del cuore, in ricordo di Mauro e Niccolò, e che si puo' acquistare su Amazon, raccoglie le loro lettere dalla quarantena. Parlano dei preparativi del matrimonio della figlia di una mamma interrotti dal Covid-19, del fiore appena nato, della bellezza della vita.

    Dai proventi della vendita del diario delle mamme, in questi giorni, è stato supportato un progetto dedicato alla clownterapia con VIP Claun Ciofega, in ricordo di Francesco Conti, per strutture pediatriche nelle Marche, in particolare a Senigallia (Ancona). La consegna avverrà da remoto il 27 gennaio prossimo.

    Torna la nostra editorialista Gaia Simonetti, con un articolo intitolato “L'amore crea la vita”

    Il telefono squilla e il display mostra il prefisso di Mantova. Rispondo con curiosità. Dall'altro capo, c'è Laura, che mi contatta perché ha saputo di un libro che nasce, che raccoglie come uno scrigno, le lettere di madri a figli che non ci sono più. Nell'inchiostro, c'è anche il mio dolore, che con il tempo non si è 'scolorito'. È sempre marcato.

    "Vorrei scrivere alla mia Ela. Sono ancora in tempo?". Poche parole, chiare, che riaffiorano dal cuore per ricordare il suo angelo biondo.

    "Quando perdi un figlio, ogni cosa perde senso, ti rendi conto che il futuro non esiste più, spazzato via in un istante".

    La sua Ela veniva da lontano. Laura racconta del suo viaggio a Petrozavodsk, in Carelia, all'Orfanotrofio per conoscere la bimba che sarebbe diventata sua figlia.

    "Eri meravigliosa. Ti sei fidata subito della mia mano. Il fatto che ti parlassi in russo, ti tranquillizza. Mamma Laura scrive nella lettera alla figlia.

    "Nella tua breve vita sei stata amata tantissimo. Sapevi farti voler bene. La tua energia e voglia di vivere mi hanno sostenuta e mi sostengono".

    Poi è arrivata la notte più lunga e più buia. Il dolore che entra nel cuore e si conficca nell'anima. Viene imprigionato.

    "Ti sembra di camminare sul crinale di una montagna. O di qua o di là. Vivere o morire. Ho deciso di restare di qua, di vivere".

    La mamma di Mantova ha ripreso per mano la vita con coraggio.

    "Ho pensato di fare qualcosa per ragazze come Ela, offrendo loro nuove opportunità di vita - racconta Laura - e da tempo il mio impegno è dedicato ad istituire borse di studio per studentesse russe. Una di loro, Anzhelika, è venuta a stare da me ed è diventata parte della famiglia".

    L'amore crea la vita. È linfa.

    "Vedi Ela, io non ti ho tenuto nella mia pancia, non ti ho partorito, e tutto questo mi è mancato tantissimo, ma mi sento profondamente mamma". Continua il suo testo contenuto nel libro "Lettere senza confini".

    Laura ha lavorato come insegnante. Non è difficile sentire parlare di lei come 'maestra di vita'.

    L’alfabeto de l’Età Ibrida

    Dalla A di Amazon alla Z di Generation Z: 21 parole per affrontare l’Ibridocene e supportare, accompagnare, incoraggiare chi fa impresa.

    Un documento ad opera degli studenti della classe di Story Design della Scuola Holden, che avevano scritto il The Newtrain Manifesto con Paolo Iabichino

    Il 21 gennaio 2021 alle 18.00 si conclude formalmente il primo ciclo de l’Età Ibrida con la restituzione di un «manifesto»

    Milano, 15 gennaio 2021 - Il 21 gennaio 2021 alle 18.00 si conclude formalmente il primo ciclo dell’Età Ibrida - Dialoghi per le imprese alla vigilia di una nuova era, una rassegna divulgativa sui temi della cultura digitale tenutasi presso Palazzo Giureconsulti, voluto da  Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, all’interno del progetto Punto Impresa Digitale. I sei appuntamenti, guidati da Paolo Iabichino con Marisandra Lizzi, hanno saputo raccogliere una community affezionata che ha dimostrato una forte partecipazione, raggiungendo una media di 200 utenti collegati a edizione.

    L’Età Ibrida si chiude con la restituzione di un documento redatto da alcuni studenti della classe di Story Design della Scuola Holden, già autori del fortunato del The Newtrain Manifesto

    “Non si tratta di un documento autocelebrativo, ma un alfabeto de l’Età Ibrida, 21 parole, ognuna con una breve descrizione per definire un mindset e affrontare l'Ibridocene. Dalla A di Amazon alla Z di Generation Z, per offrire una traccia e supportare, accompagnare, incoraggiare chi fa impresa sul nostro territorio e non solo”  afferma Paolo Iabichino, Direttore Creativo e Fondatore insieme a Ipsos Italia dell’Osservatorio Civic Brands. “Questo documento si rivolge così, in modo diretto, alle imprese, aziende, piccole, grandi, multinazionali, startup, b2b o b2c, diventando uno strumento su cui operare e su cui costruire un osservatorio «in itinere»”.

    L’Età Ibrida è un’iniziativa speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi all'interno del più ampio progetto Punto Impresa Digitale, iniziativa a supporto della digitalizzazione delle imprese nel contesto sfidante di Impresa 4.0. La presentazione de «L’alfabeto dell’Età Ibrida, dalla A di Amazon alla Z di Generation Z» sarà l’occasione per presentare 3 fondamenta essenziali per il 2021, come Formazione, Sostegno e Divulgazione.

    “Ci auguriamo che questa iniziativa di Camera di Commercio si possa replicare in tutta Italia. Con i sei incontri de l'Età Ibrida, abbiamo iniziato una sorta di viaggio esplorativo per scoprire i confini di questa nuova era geologica, che Iabichino ha battezzato Ibridocene” afferma Marisandra Lizzi, Founder di iPressLIVE e Mirandola Comunicazione, da sempre attenta ai temi del digitale e dell’innovazione tecnologica. “Questo periodo ci ha dimostrato come sia importante fare sistema, soprattutto in questo tempo di crisi, in cui l’inventiva, la creatività, la forza delle aziende italiane possono unirsi alle potenzialità del digitale. Servono imprenditori ma anche comunicatori, filosofi, antropologi, scienziati, sociologi, linguisti, psicologi e giornalisti, insieme affronteremo questa nuova era per coglierne il meglio e lavorare in logica di sistema. Mai come oggi è fondamentale unire le forze e contaminare le esperienze.”

    L’incontro inizierà alle 18,00 e durerà circa un’ora, è possibile partecipare iscrivendosi attraverso la piattaforma GoToWebinar. A distanza di alcuni giorni, il video sarà disponibile sul canale Youtube della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Al seguente link il racconto Medium dei sei appuntamenti del 2020.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.