AngeliPress

    AngeliPress

    Oslo: il personale sanitario italiano candidato al Nobel per la Pace 2021

    Oslo ha dato il suo benestare alla candidatura al Nobel per la Pace 2021 (riferito all'emergenza del 2020) di infermieri e medici italiani con la seguente motivazione: "Il personale sanitario italiano è stato il primo nel mondo occidentale a dover affrontare una gravissima emergenza sanitaria, nella quale ha ricorso ai possibili rimedi di medicina di guerra combattendo in trincea per salvare vite e spesso perdendo la loro".

    Il 2 aprile la AOU Policlinico di Napoli Federico II con Angsa Campania aprirà le sue porte

    Il 2 aprile la AOU Policlinico di Napoli Federico II con Angsa Campania aprirà le porte in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo. Tutti gli ambulatori saranno aperti per autistici 0-90 anni. La Direttrice Avv. Anna Iervolino ha assicurato che sarà la prima di molte altre giornate, anche per tutte le altre patologie del neurosviluppo, in associazione con ANFFAS.

    Torino capitale dell'economia sociale

    Torino ha vinto il progetto europeo sui Centri di competenza per l’Innovazione Sociale dell'Unione Europea, aggiudicandosi 900mila euro per lo sviluppo di un Centro di Competenza nazionale. Il programma EaSI (Employment and Social Innovation) è uno strumento finanziario europeo che punta a promuovere un elevato livello di sostenibile, combattendo disoccupazione e povertà. Il progetto ha già raccolto il sostegno di oltre 30 stakeholders italiani pubblici i privati e l'obiettivo finale è creare un ponte tra politiche pubbliche e pratiche sociali.

    Il docufilm di Piva ritrasmesso in ricordo del 30° anniversario della morte di Santa Scorese

    Il 16 marzo scorso si è ricordato il trentesimo anniversario della morte di Santa Scorese, una ragazza pugliese di 23 anni considerata la prima vittima di stalking e femminicidio in Italia. Nell'occasione, la Camera dei deputati ha proposto la visione del docufilm di Alessandro Piva “Santa Subito”, prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission e Fondazione CON IL SUD attraverso il Social Film Fund Con il Sud. 

    "Quello del femminicidio, purtroppo, resta ancora un tema attuale e un problema da risolvere. In tal senso, l’attenzione della Camera e delle istituzioni dedicata al film rappresenta un segnale di speranza che, auspichiamo, possa tradursi anche in un cambio di cultura sul rispetto delle persone e delle donne", ha detto Marco Imperiale, Direttore Generale della Fondazione CON IL SUD.

    Il sistema sanità - Le pietre scartate. Un documentario di Mario Pistolese e Andrea De Rosa

    Su Sky Arte il docufilm Il sistema sanità - Le pietre scartate, di Andrea De Rosa e Mario Pistolese – prodotto da Fondazione CON IL SUD e Fondazione Apulia Film Commission nell’ambito del Social Film Fund Con il Sud. Il film racconta il riscatto del Rione Sanità a Napoli grazie a Don Antonio Loffredo, con il supporto di Ernesto Albanese.

    L’account papale @franciscus su Instagram seguito da 7,7 milioni di follower

    L’account instagram del Papa nato nel 2016 oggi è seguito da 7.722.000 persone, soprattutto in Brasile, Stati Uniti, Colombia e Italia, in un’età compresa per lo più tra i 25 e i 34 anni.

    Nasce European Green Digital Coalition

    26 ceo firmano una dichiarazione per la trasformazione verde e digitale dell’Europa. La European Green Digital Coalition darà il suo contributo per rendere il settore tecnologico più sostenibile, circolare e a zero impatto, ma darà supporto anche al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità di altri settori cruciali (come l’energia, i trasporti, l’agricoltura e l’edilizia), contribuendo a una società resiliente. I suoi membri lavoreranno a stretto contatto con la Commissione europea e altri soggetti per mantenere i loro impegni e riferiranno regolarmente sui progressi compiuti. Nel 2022 verranno presentati i primi risultati disponibili e le relazioni sullo stato di avanzamento del progetto. (Fonte Prima Comunicazione)

    I frati di Sant’Antonio di Padova su web e social

    La Basilica di Sant’Antonio a Padova vivrà la sua seconda Pasqua in zona rossa e si apre al web, con una diretta televisiva, oltre che in streaming social su varie piattaforme on line. Ci si ptrà collegare al sito Santantonio.org, attraverso la webcam dalla Tomba del Santo e su Facebook collegandosi alla pagina “Sant’Antonio – I frati della Basilica”; su YouTube invece collegandosi al canale “Messaggero di sant’Antonio”.

    Ariela Piattelli nova direttrice del mensile ‘Shalom’

    44 anni, romana, Piattelli ha collaborato con: Corriere della Sera, La Stampa e Il Giornale. Dirige il festival internazionale di cultura Ebraica e il Pitigliani Kolno’a Festival. Piattelli prende il posto di Giacomo Kahn, dal 2006 alla guida del magazine della Comunità Ebraica di Roma.

    Migranti. Save the Children e Caritas Intemelia: operativo uno Spazio a misura di bambino

    Obiettivo restituire ai più piccoli in transito con le proprie famiglie un luogo ricreativo sereno

    Le due Organizzazioni insieme sul campo per offrire supporto e protezione alle famiglie che viaggiano con figli piccoli mediante attività ludiche e sostegno alla genitorialità. Molti i nuclei familiari e i minori soli che hanno dichiarato di essere stati respinti alla frontiera

    Un luogo dove potere riappropriarsi di una dimensione di serenità, svago e gioco e in cui poter tornare a essere bambini, dopo viaggi lunghi, pericolosi e sfiancanti, al contempo dando la possibilità ai genitori di poter fare colloqui per accertare eventuali vulnerabilità e bisogni e accedere ai servizi. Con queste finalità a Ventimiglia Save the Children e Caritas Intemelia hanno allestito uno Spazio a misura di bambino, costituito da una tensostruttura per le attività con le famiglie in transito e figli piccoli. L’intervento, promosso da Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per difendere i bambini a rischio e garantire loro un futuro, e Caritas Intemelia, da più di 25 anni impegnata per rispondere ai bisogni delle persone più fragili nel Ponente ligure, è finalizzato a fornire un luogo protetto per permettere ai più piccoli di giocare, socializzare, apprendere ed esprimersi nonostante il contesto d’emergenza. L’aumento dei flussi via mare e degli arrivi dalla rotta Balcanica, infatti, hanno reso fondamentale rafforzare l’attività di supporto rivolta ai minori in nucleo familiare, mediante l’allestimento degli Spazi a Misura di Bambino nei luoghi di maggiore transito di migranti.

    Nelle prime settimane di apertura dello Spazio a misura di bambino a Ventimiglia, allestito dal 10 marzo nel cortile interno della sede della Caritas, i minori che avevano da pochi mesi ai 17 anni sono stati coinvolti in giochi di ruolo e finzione, di movimento, disegni in forma libera. Gli adulti che li accompagnavano hanno beneficiato di colloqui specializzati e accesso ai servizi della Caritas. Le famiglie provenivano per lo più da Afghanistan, Nigeria, Algeria, Iraq, Somalia, Guinea, Sudan, Costa d’Avorio.

    Ventimiglia non ha mai smesso di essere città di arrivo e transito di persone migranti, provenienti dalla rotta balcanica o dalla frontiera sud, che giungono al confine nel tentativo di attraversare la frontiera con la Francia per raggiungere gli altri Paesi europei, in numeri che variano sensibilmente nei mesi e negli anni senza mai arrivare a un arresto. Il team di Save the Children, presente sul territorio in modo costante dal 2018, solo nel 2020, operando sul territorio, è entrato in contatto con circa 200 minori stranieri non accompagnati e supportato nella città di Ventimiglia, con interventi all’interno del Campo Roya (fino alla data della sua chiusura), 42 nuclei familiari con 81 minori accompagnati. Molte famiglie con bambini che il team di Save the Children ha incontrato hanno riferito di essere state respinte alla frontiera dalle autorità francesi, in alcuni casi più di una volta, cosa confermata anche dai minori non accompagnati che hanno affermato di essere stati rimandati indietro nonostante avessero dichiarato la propria minore età e senza che il proprio diritto alla protezione venisse considerato.

    “Ventimiglia è da anni un crocevia di rotte migratorie, che richiede un necessario intervento delle istituzioni in rete con le realtà della società civile che sono costantemente presenti sul campo. Anche in vista di un possibile aumento dei flussi in primavera, è indispensabile potenziare la rete di accoglienza e protezione per garantire i diritti fondamentali di tutti i minori, così come sanciti dalla legislazione sovranazionale e italiana” ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia-UE di Save the Children. “I minori sia che viaggino con le famiglie sia che viaggiano da soli, senza adulti di riferimento al loro fianco, sono tra i soggetti più vulnerabili nelle migrazioni e vanno protetti con misure loro dedicate. E’ necessario, nell’ambito della riforma del sistema di asilo e immigrazione in sede europea, prevedere dei meccanismi di tutela che rendano prioritario il loro superiore interesse. In particolare, è necessario creare vie sicure e regolari di accesso al territorio dell’Unione Europea, prevedere meccanismi obbligatori di relocation tra Stati e il complessivo superamento del sistema Dublino, che è tra le principali cause dei cosiddetti “movimenti interni” di migranti e rifugiati tra Stati dell’Unione europea, con i rischi che questi comportano per i più vulnerabili come i minori” conclude Raffaela Milano.

    Migliaia di migranti hanno usufruito in questi anni dei servizi della Caritas Intemelia: pasti, abbigliamento, visite mediche e consulenza legale. Il passaggio è stato tanto più alto quanto meno era attiva una risposta istituzionale ai bisogni di queste persone. Dopo la chiusura del Campo Roja il 31 luglio 2020, non vi è alcun servizio di assistenza e accoglienza formale per migranti in transito, neppure per i minori stranieri non accompagnati e le famiglie con bambini che attraversano il territorio. In attesa quindi che siano adottate le auspicate riforme della normativa europea, rimane fondamentale e urgente che a Ventimiglia venga riaperto un centro di accoglienza per migranti in transito (con un'attenzione particolare per le persone più vulnerabili) al momento costretti ad accamparsi in diversi luoghi della città.

    Gli Spazi a misura di bambino

    Gli Spazi a misura di bambino sono luoghi sicuri, dove i minori possono trovare protezione dal danno fisico e dal disagio psicosociale e contribuiscono a sostenere la naturale resilienza dei più piccoli nel far fronte a una situazione di emergenza. Allo stesso tempo le attività offrono la possibilità di sostenere i genitori fornendo loro informazioni o indicazioni da adottare per essere di supporto ai propri figli, favorendo in tal modo elementi di genitorialità positiva come le nozioni di base per sostenere le donne durante l’allattamento, donne che a Ventimiglia possono, in caso di necessità, usufruire dei servizi e degli spazi interni alla struttura di Caritas Intemelia.

    Gli educatori che operano nello Spazi a Misura di Bambino di Ventimiglia, adeguatamente formati e coadiuvati da mediatori culturali, svolgono attività educative e ludico-ricreative, cercando di garantire il diritto alla protezione, alla partecipazione, alla non discriminazione e al miglior sviluppo, cui tutti i bambini e le bambine dovrebbero aver accesso.

    In caso non bastasse la mediazione in loco, Save the Children mette a disposizione del progetto il supporto telefonico della propria “Helpline Minori Migranti” dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17:30.

    Questo nuovo servizio è molto importante anche perché consente di integrarsi con l'accoglienza notturna per famiglie in transito avviata a novembre da parte di Caritas Intemelia, Diaconia Valdese e WeWorld grazie a due alloggi messi a disposizione dalla Diocesi di Ventimiglia-Sanremo.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.