AngeliPress

    AngeliPress

    Sei siti dove scaricare LIBRI E TESTI SCOLASTICI GRATUITAMENTE

    Riportiamo di seguito una lista di siti che rendono disponibili materiali didattici gratuitamente.

    Fukushima, il governo è pronto a dare il via al rilascio dell’acqua contaminata nell’oceano

    Era il 2011 quando avveniva il disastro nucleare di Fukushima, causato da un terremoto e un conseguente tsunami, e dopo anni di fallimento nella gestione dell’evento il governo è pronto ora a perseguire la strada che porterà al rilascio dell’acqua radioattiva nell’oceano Pacifico a partire dal 2022. Si attende praticamente solo l’ufficialità per fine mese. Al momento l’acqua contaminata è stata stoccata in dei serbatoi presso la struttura, e non è poca, supera un milione di tonnellate. Il plausibile arrivo a questa decisione ha scatenato le legittime lamentele del comparto ittico, infatti i pescatori che operano nell’area sarebbero tra i primi a subire dei danni in quanto questa azione comporterà un crollo del mercato della pesca che perdurerà per anni a causa della contaminazione dell’acqua.
    “Siamo assolutamente contrari al rilascio di acqua contaminata nell'oceano in quanto potrebbe avere un impatto catastrofico sul futuro dell'industria della pesca giapponese”, ha affermato Hiroshi Kishi (presidente di JF Zengyoren, Federazione nazionale delle cooperative della pesca giapponesi) in un incontro con i funzionari del governo. Tuttavia, un gruppo di esperti assodati dal governo aveva già dato il via libera per lo smaltimento dell’acqua radioattiva via mare raccomandandolo per l’appunto all’esecutivo già tempo fa. Ma nonostante gli appelli rivolti ai funzionari del governo e del Ministero dell’industria da parte dei rappresentanti del comparto ittico non sono state presentate delle valide alternative per lo smaltimento dell’acqua radioattiva. Si è parlato di aggiungere altri
    serbatoi o di far evaporare l’acqua ma sversandone una parte nell’oceano, ossia delle soluzioni non proprio di rilievo.

    “Ci opponiamo fermamente al rilascio di acqua contaminata nell'oceano in quanto chiaramente causerà danni alla reputazione”, ha detto Toshihito Ono, capo dei grossisti e della lavorazione del pesce nella prefettura di Fukushima. Le importazioni crollerebbero drasticamente poiché i paesi rafforzerebbero le restrizioni al comparto ittico giapponese. Nelle parole di Ono e Kishi si evince tutta la preoccupazione per il futuro della pesca e dell’intera filiera che subirebbe un contraccolpo
    molto pesante, e per questo hanno chiesto al governo di continuare a valutare e studiare attentamente qualsiasi altra alternativa. Tuttavia, il governo pare aver fretta di risolvere la vicenda in quanto lo smaltimento dell’acqua contaminata è considerato una priorità e, nonostante gli appelli dei rappresentanti della pesca, sembra essere ormai intenzionato ad intraprendere questa strada che lascerà un intero settore economico e un mare, animato da specie viventi, in balia di un’acqua radioattiva. E tutto non sarà più come prima.

    https://www.reuters.com/article/us-japan-disaster-water-fishermen/japan-fishermen-oppose-catastrophic-release-of-fukushima-water-to-ocean-idUSKBN26T1WP

    https://www.rinnovabili.it/ambiente/inquinamento/disastro-di-fukushima-acqua-rilasciata-oceano/

    A cura di Simone Riga

    Nessuno si salva da solo: pace e fraternità

    Oggi, martedì 20 ottobre, Sant'Egidio organizza l'incontro internazionale di Preghiera per la Pace: "Nessuno si salva da solo: pace e fraternità". all'incontro è prevista la partecipazione di Papa Francesco. L'inizio dell'incontro è previsto per le 16.30 con la preghiera ecumenica dei Cristiani, presso la Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma. L'evento proseguirà con la cerimonia finale, prevista per le 17.30. Considerando gli sviluppi dell'emergenza sanitaria, la partecipazione è via web, con il link: preghieraperlapace.santegidio.org

    L'incontro vedrà quindi coinvolte le grandi religioni mondiali, nel segno della pace. Dopo le preghiere delle diverse religioni, si terrà anche un minuto di silenzio per le vittime della pandemia.

    Questo incontro è il 34esimo promosso da Sant’Egidio nello “spirito di Assisi”, dopo la giornata voluta da Giovanni Paolo II nel 1986.

    Un appello per nominare la nuova Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza

     
    Il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo ha inviato una lettera alla Presidente del Senato Alberti Casellati e al Presidente della Camera Fico sottolineando quanto sia «necessario, e non più prorogabile, provvedere alla nomina della nuova Autorità garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, a maggior ragione in un periodo storico come quello attuale, in cui il diffondersi dell’epidemia di COVID-19 non ha fatto che mettere ancor più in luce, le disparità esistenti a livello regionale e l’impatto che esse rischiano di avere sui diritti dei bambini e degli adolescenti.»
    Sulla necessità di nominare in nuovo Garante Infanzia, il presidente Samengo aveva già condiviso la lettera-appello lanciata da 11 Garanti regionali dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ai Presidenti di Camera e Senato. 
    «Ci piacerebbe celebrare il prossimo 20 novembre, Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, insieme alla nuova Autorità Garante, nel percorso comune di costruzione di una cultura dei diritti umani dei più piccoli, non solo in termini di promozione e protezione, ma anche di ascolto e protagonismo delle loro voci», ha concluso Il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo. 

    "Performing Raffaello" l’allestimento dello Sposalizio della Vergine di Raffaello realizzato da Bruno Munari | Pinacoteca di Brera

    In occasione dell’anno raffaellesco, dal 22 ottobre sarà riproposto alla Pinacoteca di Brera l’allestimento dello Sposalizio della Vergine di Raffaello realizzato da Bruno Munari. Un evento “in presenza” visibile poi ogni domenica fino a dicembre

    Didattica, il 21 ottobre il webinar Indire “Scuola allo schermo”

    Un ciclo di eventi online sull’uso educativo delle risorse audiovisive e dei materiali filmici

    CENSIS, De Rita: “Disuguaglianze in aumento ma i corpi intermedi abbiano il coraggio di affrontare il corpo a corpo con il presente!”

    In occasione della giornata mondiale per l'eliminazione della povertà tenutasi lo scorso 17 ottobre, la Rete dei Numeri Pari ha intervistavo il Dottor Giuseppe De Rita, Presidente del Censis. I temi trattati sono stati: disuguaglianze, povertà, esclusione sociale e penetrazione mafiosa nei territori; dell'impatto della pandemia di Covid-19, delle risposte messe in campo dalla Politica e della necessità di istituzionalizzare un nuovo paradigma che rimetta insieme la giustizia sociale, ambientale ed ecologica. In allegato le tavole grafiche con i dati aggiornati sulla povertà in Italia.

    Conclusa la campagna UILDM "Vogliamo continuare insieme a te"

    I fondi raccolti garantiranno servizi di trasporto, riabilitazione e consulenze mediche alle persone con disabilità neuromuscolare per un anno. 15.000 le latte di caffè UILDM distribuite, raccolti 150.000 euro.

    Al via la Campagna di Save the Children "Proteggiamo i bambini. Whatever it takes"

    Infanzia: Save the Children, imperativo proteggere una generazione a cui il Covid-19 rischia di negare un futuro. Nel nostro Paese il numero di minori in povertà assoluta potrebbe aumentare considerevolmente, così come la dispersione scolastica, già al 13,5%. Nel mondo 1 bambino su 3 a rischio povertà a causa della pandemia; la mortalità infantile rischia di crescere del 45%; solo in Africa potrebbe morire di fame 1 bambino ogni 4 minuti.

    Al via la nuova campagna “Proteggiamo i bambini. Whatever it takes” dell’Organizzazione per dare cibo, scuola e protezione a tanti bambine e bambini, in Italia e nel mondo, colpiti dal devastante impatto socio-economico della pandemia. “Necessario uno sforzo straordinario e coordinato da parte della comunità internazionale e dei governi per proteggere un’intera generazione di bambini”, l’appello di Save the Children. Tanti i volti noti del mondo dello spettacolo e della cultura a sostegno della campagna. A partire dall’attore Cesare Bocci, Ambasciatore dell’Organizzazione, protagonista di un video molto emozionante girato in un teatro deserto. E con lui, al fianco di Save the Children, anche Michela Andreozzi, Gianrico Carofiglio, Tosca D’Aquino, Claudia de Lillo, Chiara Francini, Caterina Guzzanti, LaSabri, Silvia Salemi, Syria, Tinto e Anna Valle, oltre ai principali allenatori di calcio, da Massimiliano Allegri ad Antonio Conte, da Paulo Fonseca a Gian Piero Gasperini, e ancora Simone Inzaghi, Stefano Pioli, Andrea Pirlo, Claudio Ranieri e Luciano Spalletti.

     Fino al 31 dicembre è possibile sostenere la campagna inviando un sms al 45533 o chiamando lo stesso numero da rete fissa

    L’innovazione sociale e le esperienze territoriali - mercoledì 28 ottobre 2020

    Terzo appuntamento delle Conversazioni sul sociale, promosse per dar voce ai protagonisti del welfare locale in occasione dei vent’anni dalla Legge 328/2000 istitutiva del sistema integrato di interventi e servizi sociali: ne discutono Giovanni Viganò, Gianfilippo Mignogna, Emanuela Losito, Silvana Mordeglia, Paola Dario e Giorgio Gori.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.